Assicurazioni
& Pratiche automobilistiche

Assicurazioni
& Pratiche Automobilistiche

 

 

Immobili in Affitto/Vendita


 

 

 

 

 

Strutture ricettive
e Ristoranti nel Salento

Hotels

 

Agriturismo/B&B

 

Ristoranti

 

 

Eventi
nel Salento

Feste

 

Sagre

 

Concerti

 

Mostre

 

Altri

 

 

Newsletter

Iscrizione

 

Cancellazione

 

 

Link utili

Link utili

 

 

Disclaimer

Disclaimer

 

 

Dalla rubrica: Turismo

DISTRETTO TURISTICO: SI PARTE NEL 2016 «PIU' POSTI DI LAVORO»

La firma c’è. E anche la volontà. «Il territorio ci crede e vuole vincere la sfida».
 

Clicca per ingrandireLa firma c’è. E anche la volontà. «Il territorio ci crede e vuole vincere la sfida». Il Distretto Turistico del Salento è praticamente realtà, nero su bianco grazie a centinaia di firme - i 97 comuni della provincia, le associazioni di categoria, i sindacati oltre a Provincia e Regione. Insomma il prefetto Claudio Palomba riesce laddove altri hanno fallito mettendo insieme le diverse realtà con un unico obiettivo; promuovere il territorio creando imprese e posti di lavoro. La firma, dunque, ieri pomeriggio nella sede della Prefettura alla presenza di tutti gli attori e del presidente della Regione Puglia Michele Emiliano: «Siamo in una fase avanzata non abbiamo tempo da perdere - ha commentato Emiliano - Ora si tratta di cominciare a ragionare per aree vaste coinvolgendo i sindaci e gli operatori del settore. Un lavoro non facile - ammette il governatore di Puglia - ma molto fruttuoso». Si tratterà di salvaguardare il patrimonio Salento, importante per la Puglia e l’Italia, attraverso l’organizzazione del settore e del territorio. «Abbiamo bisogno di ordine, di legalità, di gestione dell’acqua in modo adeguato - ha proseguito Emiliano - di gestione dei rifiuti, di strutture sanitarie misurate sulle presenze turistiche e non solo dei residenti. Un’infinità di elementi che trasformano una moda, il turismo, sia pure bellissima e molto radicata in una permanente capacità di questa terra di essere terra turistica a livello industriale» senza dimenticare umanità e accoglienza che contraddistinguono il territorio.

E se a questo si aggiunge che la nascita del Distretto creerà posti di lavoro ben si comprende che la strada intrapresa è quella giusta. «Siamo convinti - ha proseguito Emiliano - che i nostri giovani e i nostri ragazzi possano trovare nei vari anelli di questa catena, che sono interessati e di moda, un’infinità di funzioni appassionanti: c’è chi cucina, chi fa accoglienza, chi fa il tour operator, chi si occupa del restauro, chi fa la guida». Insomma del buon lavoro che può essere compatibile anche con i mestieri tradizionali. «Non è detto - ha concluso Emiliano - che una guida non possa essere un commercialista o un avvocato che si dedica anche al proprio territorio».

Si comincia dunque tutti insieme affrontando le sfide tecnologiche, di mercato per costruire una visione strategica del territorio puntando alla promozione. Ciò che è stato firmato ieri rappresenta una struttura provvisoria che darà vita alle linee guida, «una sorta di piano strategico permanente - ha aggiunto Emiliano - in vista della costituzione vera e propria del Distretto. Vorrei che a quel momento si arrivasse con le idee chiare possibilmente dopo aver creato già tra di voi quelle idee che daranno vita alle linee guida che ci consentiranno di allocare le risorse in maniera corretta e non clientelare, ingiusta o secondo campanilismo o peggio ancora politica».

Trasparenza, dunque e collaborazione. Mentre il Distretto punta a diventare un modello Salento da esportare in tutta la Puglia. «Neanche io quando siamo partiti pensavo di avere un’adesione di questo tipo - ha commentato il prefetto Palomba - Poi giorno per giorno abbiamo modificato il protocollo perché non me la sono sentita di delimitare i confini così è nato il Distretto Turistico del Salento. Ora - conclude - l’estensione spetta alla Regione Puglia. Noi abbiamo operato per il nostro territorio».

Per il presidente della Camera di Commercio Alfredo Prete il Distretto è un ottimo strumento di programmazione «che non abbiamo mai avuto. In campo turistico fino a questo momento abbiamo parlato solo di improvvisazione». Ora dunque si può cambiare passo e strutturare il turismo affinché chi viene nel Salento «solo per moda o per il grande appeal che ha il territorio si trasformi in tendenza. Le zone a burocrazia zero per noi rappresentano un sogno - ha proseguito Prete - Ora abbiamo fatto un primo passo poi la palla tornerà a noi e dovremmo dimostrare di essere in grado di costruire i contratti di rete e le reti di impresa che sono naufragati a causa del nostro essere individualisti».

«Finalmente un salto di qualità per il turismo nel Salento», è invece il commento di Salvatore Capone, parlamentare Pd della Puglia. «Un salto di qualità evidente per un sistema turistico in grado di saldare qualità e sicurezza, valorizzando al meglio il grande impegno di questi anni da parte di istituzioni e imprese - prosegue - La presenza di tutti i comuni salentini, costieri e dell’entroterra, nella proposta di Distretto indica d’altra parte con chiarezza come il modo migliore di pensare lo sviluppo turistico sia quello di un’azione sinergica tra tutti gli attori, sociali e istituzionali, di settore».

Soddisfatti dell’accordo firmato ieri mattina anche i sindacati: «Siamo d’accordo con quanto dichiarato dal presidente Michele Emiliano che finanziamenti e risorse saranno ripartiti equamente agli imprenditori in particolare per nuove strutture ricettive e non certamente per appartenenza politica - scrivono Cgil, Cisl, Uil e Ugl - Vigileremo nell’applicazione del contratto nazionale di lavoro di categoria al fine di evitare sia concorrenza e lavoro nero e sommerso all’interno delle aziende e delle associazioni che hanno aderito al protocollo».




Data: 18/11/2015.   Fonte Notizia: Francesca Sozzo, Nuovo Quotidiano di Puglia

www.info-salento.it                                         <<  torna indietro

 

 

Comuni della provincia di Lecce

 

 

Viaggi culturali in Puglia

Viaggi culturali in Puglia

 

 

Partners Commerciali

 

 

Shuttle/Navetta
nei comuni di ...

 

 

 

SALENTO
da scoprire ...

Monumenti del Salento