Assicurazioni
& Pratiche automobilistiche

Assicurazioni
& Pratiche Automobilistiche

 

 

Immobili in Affitto/Vendita


 

 

 

 

 

Strutture ricettive
e Ristoranti nel Salento

Hotels

 

Agriturismo/B&B

 

Ristoranti

 

 

Eventi
nel Salento

Feste

 

Sagre

 

Concerti

 

Mostre

 

Altri

 

 

Newsletter

Iscrizione

 

Cancellazione

 

 

Link utili

Link utili

 

 

Disclaimer

Disclaimer

 

 

Dalla rubrica: Turismo

UN TOUR TURISTICO SUI PONTI DI PIETRA

Antiche e suggestive passerelle di pietra sul mare salentino entrano a far parte di tour da proporre ai turisti.
 

Clicca per ingrandireAntiche e suggestive passerelle di pietra sul mare salentino entrano a far parte di tour da proporre ai turisti. Nella sua ultima giornata, l’Apulian Bridges Festival propone un workshop tematico dal titolo “Viaggi e passioni per i ponti storici in pietra” per tutti gli operatori turistici e gli addetti ai lavori. Il Festival rientra nel progetto “Bridges of tradition and history” che ha avuto come oggetto di studio i ponti di pietra situati su tutto il territorio pugliese, da Santa Maria di Leuca al Gargano e che costituiscono un patrimonio artistico e architettonico mai tenuto in considerazione.

Ora però saranno inseriti nei vari percorsi turistici. Questa è l’importante novità. Il progetto infatti, con acronimo “Bridge. Trad”, finanziato nell’ambito dei programmi di cooperazione transfrontaliera dall’Unione Europea e attuato sul territorio regionale dall'Upi Puglia, ha avuto come obiettivo principale la tutela, la valorizzazione e la promozione del patrimonio culturale, costituito dai ponti di pietra pensati come nuovi attrattori culturali nell’ambito di itinerari turistici regionali e transnazionali. Nei giorni scorsi si sono svolte, a Polignano a Mare e a Gallipoli, le due conferenze scientifiche e sono stati illustrati i risultati di questo progetto, la cui finalità generale è stata quella di esplorare tale patrimonio culturale, renderlo conoscibile e fruibile. Il prossimo passo, dopo aver già raccolto l’entusiasmo degli operatori turistici, sarà quello di presentare i nuovi percorsi ai diversi enti promotori del territorio, dalle Pro Loco in poi.

«La mappatura di questi nuovi attrattori culturali, rappresentati dagli antichi ponti - spiega il project manager Roberto Serra -, consentirà di integrare il patrimonio culturale fruibile nell’ambito di itinerari turistici regionali e transnazionali, allo scopo di accrescere un turismo tematico con la possibilità di incrementare il numero dei visitatori nell’ambito delle aree territoriali cooperanti (per l’Italia la Puglia, per la Grecia la Regione dell’Epiro). La conservazione e la valorizzazione del patrimonio architettonico dei ponti tradizionali, come beni culturali da salvaguardare e tutelare come “sistema” - aggiunge Serra - costituiscono un elemento importante del possibile sviluppo sostenibile nel settore turistico e dell’offerta alternativa per i territori cooperanti, la Regione Puglia e la Regione Greca dell’Epiro. Nel Salento sono stati catalogati: il ponte Giovanni Paolo II a Gallipoli, il ponte Archi e quello situato in località Fraula a Santa Cesarea Terme, quello di Porto Badisco, quello che si trova a Torre San Giovanni, il ponte degli Alimini ad Otranto, il ponte Benedetto XVI a Santa Maria di Leuca e il Ciolo a Gagliano del Capo. Un team di fotografi ha inoltre realizzato un booklet con scatti inediti e presso la sede dell’Upi Puglia a Bari è stato possibile attivare un laboratorio di ricerca “Bridge and history heritage Center”, un luogo informativo-espositivo e di coordinamento per la promozione turistico-culturale del territorio interessato dal progetto.


Data: 15/12/2015.   Fonte Notizia: Federica Sabato, Nuovo Quotidiano di Puglia

www.info-salento.it                                         <<  torna indietro

 

 

Comuni della provincia di Lecce

 

 

Viaggi culturali in Puglia

Viaggi culturali in Puglia

 

 

Partners Commerciali

 

 

Shuttle/Navetta
nei comuni di ...

 

 

 

SALENTO
da scoprire ...

Monumenti del Salento