Assicurazioni
& Pratiche automobilistiche

Assicurazioni
& Pratiche Automobilistiche

 

 

Immobili in Affitto/Vendita


 

 

 

 

 

Strutture ricettive
e Ristoranti nel Salento

Hotels

 

Agriturismo/B&B

 

Ristoranti

 

 

Eventi
nel Salento

Feste

 

Sagre

 

Concerti

 

Mostre

 

Altri

 

 

Newsletter

Iscrizione

 

Cancellazione

 

 

Link utili

Link utili

 

 

Disclaimer

Disclaimer

 

 

Dalla rubrica: Sport

E' UN LECCE IN GRIGIO: IL PUNTO VA BENE

Il pari è figlio soprattutto delle prodezze di Perucchini.
 

Clicca per ingrandireQuesta volta il bicchiere è sicuramente mezzo pieno. Se a Rieti i giallorossi avevano gettato al vento la possibilità di conquistare l'intera posta in palio, questa volta la squadra giallorossa deve ringraziare la dea bendata e soprattutto il portiere Perucchini se è riuscita a tornare da Andria con un prezioso pareggio.

Non è stato un bel derby: i giallorossi si sono fatti preferire nel primo tempo senza però mai riuscire a portare pericoli verso la porta difesa da Poluzzi. Il secondo tempo invece è stato tutto andriese e, va detto, ai punti i padroni di casa avrebbero meritato di conquistare l'intera posta in palio.

Gara condizionata - Nei primi minuti di gioco le due squadre si studiano cercando di adattarsi al terreno di gioco, al limite della praticabilità, a causa dell'abbondante pioggia caduta sulla cittadina andriese. Ovviamente a risentirne di più sono i calciatori dotati di una maggiore tecnica, come ad esempio Surraco che agisce stabilmente alle spalle della coppia d'attacco Moscardelli-Curiale. Non potendo giocare con la palla a terra, le due squadre ricorrono con una certa frequenza ai lanci lunghi che risultano spesso troppo lunghi per le punte proprio a causa del fondo viscido. Al 15' i giallorossi portano il primo pericolo verso la porta dei padroni di casa con un colpo di testa di Moscardelli, assistito da Lepore, che sfiora il palo alla destra di Poluzzi. I giallorossi ci riprovano al 21' con Lepore che però non sfrutta a dovere una mischia in piena area andriese; il tiro del jolly leccese viene respinto da Aya dopodiché l'arbitro interrompe l'azione per un fallo in attacco di Curiale.

L'Andria non resta a guardare e al 25' reclama con il direttore di gara per un presunto fallo in area di Papini: l'arbitro Tardino, vicino all'azione, fa cenno di proseguire. Dopo tre minuti la squadra di D'Angelo si rende pericolosa con un tiro-cross insidioso di Onescu sul quale Perucchini interviene con sicurezza. Al 35' è il Lecce a protestare per una trattenuta molto dubbia nell'area piccola su Moscardelli: in questa occasione l'arbitro fischia un fallo in attacco all'attaccante romano che protesta platealmente rischiando anche l'ammonizione.

Super Perucchini - L'occasione da rete più ghiotta del primo tempo capita sui piedi di Grandolfo, liberato al centro dell'area dal colpo di testa di Cortellini. È il 42': il centravanti cresciuto nel Bari calcia a colpo sicuro ma trova l'opposizione di Perucchini che si lancia sui piedi del numero 9 negandogli la gioia del gol. Un intervento che vale quanto una segnatura.

Brividi in testa - L'avvio del secondo tempo è di marca andriese e al 2' i padroni di casa vanno vicinissimi al gol. Sul primo corner del match, battuto da Onescu, Grandolfo colpisce di testa a colpo sicuro. Perucchini questa volta è battuto ma il pallone, dopo una deviazione fortuita di Papini, sbatte sulla traversa e torna in campo. L'episodio galvanizza l'Andria che crede nel successo e costringe il Lecce a difendersi.

L'assalto biancazzurro - Dopo un quarto d'ora di gioco, Braglia procede con il primo cambio del match: fuori Curiale e dentro Diop. Ma è ancora l'Andria però gridare al gol al 22' con il tiro ravvicinato di Tartaglia sul quale il solito Perucchini compie un altro intervento prodigioso. A questo punto Braglia richiama Surraco e lancia nella mischia Vécsei. Nell'Andria invece De Vena prende il posto di Cianci. La partita va avanti senza grandi sussulti ma sono sempre i locali a comandare.

Lampo giallorosso - Al 41' finalmente si rivede il Lecce in attacco. Su un corner dalla sinistra Vécsei colpisce bene di testa ma sulla traiettoria del pallone c'è Kristo che allontana il pericolo. Ed è questa l'ultima emozione del derby che finisce in parità.

Incidenti - Da segnalare infine tafferugli prima del match tra tifosi andriesi, leccesi e forze dell’ordine con intervento del 118 per soccorrere alcuni feriti. Sei supporters giallorossi sono finiti in manette, altri cinque denunciati. In arrivo, con ogni probabilità, anche provvedimenti di Daspo.



Data: 18/01/2016.   Fonte Notizia: Lino De Lorenzis, Nuovo Quotidiano di Puglia

www.info-salento.it                                         <<  torna indietro

 

 

Comuni della provincia di Lecce

 

 

Viaggi culturali in Puglia

Viaggi culturali in Puglia

 

 

Partners Commerciali

 

 

Shuttle/Navetta
nei comuni di ...

 

 

 

SALENTO
da scoprire ...

Monumenti del Salento