Assicurazioni
& Pratiche automobilistiche

Assicurazioni
& Pratiche Automobilistiche

 

 

Immobili in Affitto/Vendita


 

 

 

 

 

Strutture ricettive
e Ristoranti nel Salento

Hotels

 

Agriturismo/B&B

 

Ristoranti

 

 

Eventi
nel Salento

Feste

 

Sagre

 

Concerti

 

Mostre

 

Altri

 

 

Newsletter

Iscrizione

 

Cancellazione

 

 

Link utili

Link utili

 

 

Disclaimer

Disclaimer

 

 

Dalla rubrica: Sport

LA CASERTANA NEL MIRINO ADESSO IL LECCE FA PAURA

Per il Lecce comincia oggi una settimana molto importante che culminerà con il big match di sabato sera al “Pinto” contro la capolista Casertana.
 

Clicca per ingrandirePer il Lecce comincia oggi una settimana molto importante che culminerà con il big match di sabato sera al “Pinto” contro la capolista Casertana. Una sfida indubbiamente delicata che però non sarà decisiva nella corsa per la conquista della promozione diretta in serie B. E non potrebbe essere diversamente: del resto, il girone di ritorno è appena cominciato e ci sono da giocare ancora 15 partite, con 45 punti a disposizione. Il prossimo comunque sarà un turno interessante perché oltre a Casertana-Lecce è in programma pure la sfida tra Foggia e Benevento (si gioca sabato alle ore 14.30). In poche parole, nel volgere di poche ore si troveranno di fronte le prime quattro in classifica.

Il Lecce arriva al match con la prima della classe nella condizione ideale: la gara vinta a mani basse contro la Juve Stabia di sicuro ha fatto crescere l’autostima tra i ragazzi di Piero Braglia che ora vogliono assolutamente dare continuità alla convincente prestazione di domenica pomeriggio al Via del Mare. In 90’ capitan Papini e compagni hanno cancellato tutti i dubbi sorti dopo i due pareggi di fila ottenuti in trasferta con Lupa Castelli Romani e Fidelis Andria. Passi per lo 0-0 di Andria, ciò che ha fatto storcere il naso un po’ a tutti è stato l’1-1 di Rieti giunto al termine di una partita giocata davvero male dalla squadra allenata dal tecnico toscano.

Serviva una reazione e il Lecce ha scelto un avversario scomodo, che peraltro era reduce da dodici risultati utili di fila, per tirare fuori dal cilindro una delle migliori prestazioni stagionali. Perché domenica i giallorossi sono stati superiori in tutto e questo al di là delle assenze lamentate a fine partita dal tecnico stabiese Zavettieri. Non c’è la controprova ma riteniamo che anche se ci fossero stati i vari Bombagi, Cancellotti e Ripa la musica al Via del Mare sarebbe stata la stessa perché a fare la differenza è stato il Lecce nel suo complesso. Finalmente Papini e compagni hanno giocato da squadra facendosi apprezzare soprattutto per la qualità di manovra espressa dall’inizio alla fine oltre che per l’intensità di gioco. Ed è giusto anche sottolineare la bontà della scelta di Piero Braglia che si è assunto l’onere di lasciare in panchina Davis Curiale per proporre il 4-3-3 con Surraco e Doumbia a supporto di Moscardelli. Sicuramente una variante del 3-4-1-2 che certamente il tecnico toscano tornerà presto a proporre anche per salvaguardare non solo Curiale ma anche Caturano e lo stesso Sowe che certamente non è sceso di categoria con l’intenzione di accomodarsi in panchina. Del gruppo non fa parte Abou Diop che ieri è stato ceduto alla Juve Stabia.

Le soluzioni in attacco sono molte, al tecnico il compito di scegliere di volta in volta il sistema di gioco migliore per cercare di portare a casa il massimo. Ma al di là delle scelte offensive, il punto fermo resta la difesa a tre che anche contro la Juve Stabia ha confermato la sua solidità. Non a caso, il Lecce ha la sesta difesa meno battuta del girone C con 15 gol al passivo. Meglio hanno fatto finora Andria (10), Cosenza e Foggia (11), Matera (12) e Benevento (13) anche se Andria, Cosenza e Matera hanno giocato una gara in meno. Il trio composto da Freddi, Cosenza e Abruzzese, con Perucchini tra i pali, offre ampie garanzie senza dimenticare che alle spalle di questi calciatori ci sono calciatori altrettanto affidabili come Bleve, Camisa e lo stesso Legittimo che bene si è comportato anche nella veste di difensore centrale.


Data: 26/01/2016.   Fonte Notizia: Lino De Lorenzis, Nuovo Quotidiano di Puglia

www.info-salento.it                                         <<  torna indietro

 

 

Comuni della provincia di Lecce

 

 

Viaggi culturali in Puglia

Viaggi culturali in Puglia

 

 

Partners Commerciali

 

 

Shuttle/Navetta
nei comuni di ...

 

 

 

SALENTO
da scoprire ...

Monumenti del Salento