Assicurazioni
& Pratiche automobilistiche

Assicurazioni
& Pratiche Automobilistiche

 

 

Immobili in Affitto/Vendita


 

 

 

 

 

Strutture ricettive
e Ristoranti nel Salento

Hotels

 

Agriturismo/B&B

 

Ristoranti

 

 

Eventi
nel Salento

Feste

 

Sagre

 

Concerti

 

Mostre

 

Altri

 

 

Newsletter

Iscrizione

 

Cancellazione

 

 

Link utili

Link utili

 

 

Disclaimer

Disclaimer

 

 

Dalla rubrica: Sport

DIKTAT PERUCCHINI: IL LECCE PENSA SOLO A VINCERE IL DERBY

Il ricorso presentato dalla Casertana non turba più di tanto i calciatori del Lecce.
 

Clicca per ingrandireIl ricorso presentato dalla Casertana non turba più di tanto i calciatori del Lecce. Come conferma il portiere Filippo Perucchini, tra i protagonisti dell'1-1 maturato sabato sera al “Pinto”. «Posso dire tranquillamente che il ricorso non ci sta condizionando, assolutamente - sottolinea l’estremo difensore giallorosso-. E poi comunque sono argomenti che riguardano la società, noi calciatori non siamo preoccupati e comunque pensiamo alla prossima partita e a dimostrare sul campo il nostro valore. Come abbiamo sempre fatto finora».

Perucchini ricorda bene la parte finale della sfida con la Casertana seguita all’infortunio dell’assistente Meozzi. «I due guardalinee non hanno influito sul risultato finale, questo lo sappiamo tutti, visto che l’arbitro ha deciso in assoluta autonomia». Il fuori programma è avvenuto subito dopo il gol del pareggio del Lecce. La squadra giallorossa con una prova caparbia era riuscita a ristabilire l’equilibrio in campo e a prendere in mano il pallino del gioco. «Contro la Casertana, che è un’ottima squadra, è prima in classifica e che tra l’altro sta facendo davvero un grandissimo campionato, il Lecce ha dimostrato di non essere da meno. Anzi, quella partita potevamo anche vincerla. Posso tranquillamente affermare che sul campo della capolista ce la siamo giocata almeno alla pari».

Il portiere giallorosso, che al prossimo cartellino giallo sarà squalificato, fin qui è stato sempre presente nelle poche occasioni in cui è stato chiamato in causa. «Quando giochi in una squadra importante come il Lecce subisci meno tiri in porta - continua -, però la bravura di un portiere che gioca in una squadra così sta nel tenere alta la concentrazione dall’inizio alla fine e, quindi, farsi trovare pronto nelle poche occasioni in cui gli avversari si rendono pericolisi».

Domani, al Via del Mare, arriva il Martina che lontano dal suo stadio ha sempre perso. Numeri impressionanti che lasciano pensare ad un impegno semplice. «Il Martina è una squadra difficile da affrontare, del resto siamo in un girone di ferro nel quale non esistono squadre materasso ma sono tutte attrezzate per fare bene. In casa nostra, poi, gli avversari danno sempre qualcosina in più. Pertanto, il Martina è una squadra che rispettiamo ma sappiamo qual è la nostra forza. Di conseguenza, cercheremo di fare la partita fin dal primo minuto». Si cercherà di riprendere il canovaccio dell’andata quando il Lecce ebbe numerose occasioni per passare in vantaggio, ma si ritrovò improvvisamente sotto. «A Martina fu una partita incredibile - ricorda -, giocammo sempre nella loro metà campo, subimmo il gol in contropiede dopodiché si barricarono nella loro metà campo fino a quando non siamo riusciti, negli ultimi secondi, a raddrizzare la partita. È rimasto un po’ di rammarico, speriamo di rifarci».


Data: 05/02/2016.   Fonte Notizia: Tonio De Giorgi, Nuovo Quotidiano di Puglia

www.info-salento.it                                         <<  torna indietro

 

 

Comuni della provincia di Lecce

 

 

Viaggi culturali in Puglia

Viaggi culturali in Puglia

 

 

Partners Commerciali

 

 

Shuttle/Navetta
nei comuni di ...

 

 

 

SALENTO
da scoprire ...

Monumenti del Salento