Assicurazioni
& Pratiche automobilistiche

Assicurazioni
& Pratiche Automobilistiche

 

 

Immobili in Affitto/Vendita


 

 

 

 

 

Strutture ricettive
e Ristoranti nel Salento

Hotels

 

Agriturismo/B&B

 

Ristoranti

 

 

Eventi
nel Salento

Feste

 

Sagre

 

Concerti

 

Mostre

 

Altri

 

 

Newsletter

Iscrizione

 

Cancellazione

 

 

Link utili

Link utili

 

 

Disclaimer

Disclaimer

 

 

Dalla rubrica: Sport

«LECCE, PRONTO A RIPARTIRE DOPO LA LEZIONE DEL MELFI»

Casertana e Lecce non si dividono, la convivenza in classifica è salva.
 

Clicca per ingrandireCasertana e Lecce non si dividono, la convivenza in classifica è salva. A sancirla, almeno per il momento, è la Corte Federale d'Appello che ha respinto il ricorso della Casertana. Così, in tre punti, ci sono cinque squadre. Un girone che conferma tutti i suoi livelli di difficoltà e complessità. «In questa categoria non sempre il campo rispecchia i valori delle squadre che si affrontano e, a volte, la prima può perdere contro l'ultima. Purtroppo abbiamo avuto una conferma. Le squadre ospiti al “Via del Mare” non regalano nulla e se non manteniamo certi standard diventa dura con tutti. E poi in questo girone le squadre di vertice sono raccolte in un fazzoletto di punti», spiega Salvi, centrocampista del Lecce.

«Negli altri gironi, invece, le distanze tra la prima e la seconda, ad esempio, sono molto più marcate».

Il pareggio del Lecce contro il Melfi e la sconfitta del Cosenza a Matera salvano la testa al Benevento, ancora primo. Se da una parte, a livello ambientale, c'è ancora molto rammarico per il pareggio maturato domenica pomeriggio contro la quart'ultima in classifica, dall'altra il punto contro il Melfi può essere considerato un risultato diversamente positivo. Il Lecce ha voglia di guardare avanti, al prossimo impegno di campionato. I giallorossi, costretti ad inseguire, sono stati premiati dal gol all'ultimo respiro di Caturano.

«Il punto conquistato si rivelerà importante, da salvare c'è soltanto quello, il resto è stato già archiviato», afferma il centrocampista, che accetta di analizzare la partita contro il Melfi. «La possibilità di poter balzare in vetta alla classifica», racconta, «ha trasmesso in noi la tensione di voler vincere ad ogni costo l'incontro e, questo, ci ha giocato un brutto scherzo: la prestazione è stata al di sotto delle nostre potenzialità, ma non parlerei di approccio molle. In difficoltà ci siamo messi da soli, non abbiamo gestito bene l'avvio di partita, dovevamo rallentare la partenza lanciata del Melfi e smorzare la loro foga. Fossimo riusciti a tenere botta in quel frangente, dopo, sarebbe stata tutta un'altra partita, tanto la via del gol la troviamo sempre».

Come i suoi compagni di squadra si tiene stretto il punto conquistato domenica pomeriggio dopo una prestazione decisamente sottotono coincisa con l'assenza di Braglia, squalificato. «La sua presenza è importante, pesa, ci dà carica», sostiene, «ma a nove giornate dalla conclusione la partita la dobbiamo fare a prescindere, non ci devono essere scusanti. E poi gli incontri vivono di episodi: se Moscardelli non fosse stato sfortunato colpendo la traversa su punizione o se l'arbitro avesse concesso il rigore a Surraco adesso staremmo a commentare magari un altro risultato. Però dopo aver rischiato il raddoppio del Melfi abbiamo pareggiato e il punto ce lo teniamo stretto. Proveremo a riprendere il nostro ruolino di marcia conquistando una vittoria a Monopoli», conclude, «ma dobbiamo fare attenzione perché è una squadra organizzata, a ridosso della zona play out e reduce da due risultati utili esterni. Sono sicuro, però, che faremo una grande prestazione».




Data: 09/03/2016.   Fonte Notizia: Tonio De Giorgi, Nuovo Quotidiano di Puglia

www.info-salento.it                                         <<  torna indietro

 

 

Comuni della provincia di Lecce

 

 

Viaggi culturali in Puglia

Viaggi culturali in Puglia

 

 

Partners Commerciali

 

 

Shuttle/Navetta
nei comuni di ...

 

 

 

SALENTO
da scoprire ...

Monumenti del Salento