Assicurazioni
& Pratiche automobilistiche

Assicurazioni
& Pratiche Automobilistiche

 

 

Immobili in Affitto/Vendita


 

 

 

 

 

Strutture ricettive
e Ristoranti nel Salento

Hotels

 

Agriturismo/B&B

 

Ristoranti

 

 

Eventi
nel Salento

Feste

 

Sagre

 

Concerti

 

Mostre

 

Altri

 

 

Newsletter

Iscrizione

 

Cancellazione

 

 

Link utili

Link utili

 

 

Disclaimer

Disclaimer

 

 

Dalla rubrica: Turismo

SALENTO IN BUS DA META' GIUGNO: ULTIMO APPELLO

«Salento in Bus, solo pochi giorni di tempo per garantire la partenza anticipata del servizio a metà giugno: la Regione ora rompa il silenzio e ci risponda».
 

Clicca per ingrandire«Salento in Bus, solo pochi giorni di tempo per garantire la partenza anticipata del servizio a metà giugno: la Regione ora rompa il silenzio e ci risponda». Intanto Provincia e 35 sindaci salentini lavorano a rimodulare corse e orari e attrezzare aree di sosta a spese proprie per garantire ai turisti i bus verso il mare già a partire dal 15 giugno.

Dalle parti di Palazzo dei Celestini la corsa contro il tempo è già partita. L’obiettivo resta sempre quello di riaccendere i motori del servizio di trasporto pubblico estivo con dieci giorni di anticipo rispetto agli anni precedenti. Già il 15 giugno, dunque. E magari, riuscire a trasportare turisti e vacanzieri da e verso le principali località marine sino al 15 settembre. Un’esigenza dettata dal successo che Salento in Bus ha registrato durante le passate stagioni e che ha visto crescere esponenzialmente il numero di utenti. Ma anticipare le corse per l’amministrazione guidata da Antonio Gabellone vuol dire anche rispondere all’urgenza di destagionalizzazione della mobilità estiva. Istanza non più rinviabile.

I pullman, tuttavia, rischiano di restare fermi in garage almeno sino al 25 giugno. Lo sottolinea a chiare lettere il consigliere provinciale Renato Stabile. Sì, perché la nuova formula di Salento in Bus comporta un contributo aggiuntivo da 350mila euro che la Provincia già a febbraio ha chiesto alla Regione Puglia. Avviando l’inizio delle corse il 15 giugno, posticipando il termine al 15 settembre e prevedendo circa 100 chilometri aggiuntivi, infatti, sono necessari circa 216mila euro in più rispetto allo scorso anno. A ciò devono aggiungersi i costi necessari all’allestimento di adeguate aree nelle principali fermate di interscambio tra le varie linee e ad attrezzare la fermata di interscambio di Gallipoli di un servizio igienico adeguato. Ma a sentire il delegato provinciale ai Trasporti, da Bari ancora tutto tace.

«Avevamo chiesto un incontro ai vertici regionali - ribadisce Stabile - E anche i 35 comuni salentini che quest’anno sono stati coinvolti nel progetto hanno già deliberato l’istanza di allungare e migliorare il servizio e trasferito gli atti a Bari. Nonostante le numerose sollecitazioni, inoltre, dal presidente Michele Emiliano e dagli assessori Giannini e Capone non abbiamo avuto alcuna risposta. Perciò ora non rimarremo a guardare. E stiamo già lavorando di concerto con i comuni per immaginare un piano alternativo che garantisce il prolungamento delle corse».

Alla base della exit strategy della Provincia c’è, per prima cosa, l’analisi dei dati relativi a linee e corse degli anni passati. Una verifica che gli uffici dell’ente stanno portando avanti insieme alle società di trasporto coinvolte in Salento in Bus. «Stiamo immaginando di eliminare alcune linee a bassissima frequenza di utenti per tentare di implementare il servizio sulle direttrici più affollate come quelle che portano a Gallipoli, Porto Cesareo, Torre dell’Orso e Leuca», spiega ancora il consigliere delegato. Ma anche i comuni ora faranno la loro parte. «Per parte loro, le 35 amministrazioni comunali che hanno aderito all’iniziativa - annuncia - si faranno carico dell’installazione di panchine e paline alle fermate. Ad altre spese, invece, cercherà di far fronte la Provincia con le pochissime risorse a disposizione». Ma Stabile non si arrende: «Ribadiamo la richiesta alla Regione di convocarci affinché il servizio possa davvero essere migliorato e risponda alle esigenze di turisti e utenti». P.Col.


Data: 27/04/2016.   Fonte Notizia: Nuovo Quotidiano di Puglia

www.info-salento.it                                         <<  torna indietro

 

 

Comuni della provincia di Lecce

 

 

Viaggi culturali in Puglia

Viaggi culturali in Puglia

 

 

Partners Commerciali

 

 

Shuttle/Navetta
nei comuni di ...

 

 

 

SALENTO
da scoprire ...

Monumenti del Salento