Assicurazioni
& Pratiche automobilistiche

Assicurazioni
& Pratiche Automobilistiche

 

 

Immobili in Affitto/Vendita


 

 

 

 

 

Strutture ricettive
e Ristoranti nel Salento

Hotels

 

Agriturismo/B&B

 

Ristoranti

 

 

Eventi
nel Salento

Feste

 

Sagre

 

Concerti

 

Mostre

 

Altri

 

 

Newsletter

Iscrizione

 

Cancellazione

 

 

Link utili

Link utili

 

 

Disclaimer

Disclaimer

 

 

Dalla rubrica: Sport

LECCE, DISPERATO BISOGNO DEI GOL DEGLI ATTACCANTI

Un disperato bisogno dei gol degli attaccanti.
 

Clicca per ingrandireUn disperato bisogno dei gol degli attaccanti. È ciò che tormenta il Lecce e il tecnico Piero Braglia a pochi giorni dall’ultimo impegno ufficiale della stagione regolare contro la Lupa Castelli Romani. Un match che precede di una settimana l’inizio dei play off, ovvero la scorciatoia rimasta per centrare per l’obiettivo della promozione in serie B.

I numeri purtroppo sono impietosi: le bocche di fuoco della squadra giallorossa non segnano ormai dalla vittoriosa trasferta del 26 marzo scorso sul campo del Cosenza. Quel giorno, vigilia di Pasqua, Moscardelli realizzò una doppietta, Surraco un gol e poi un autogol di Tedeschi propiziato dal tiro-cross di Caturano. Ma dopo l’exploit del “Gigi Marulla” c’è stato un aprile nero in cui gli attaccanti del Lecce sono rimasti a secco nonostante le cinque partite in calendario, di cui tre giocate al Via del Mare: 1-2 col Matera e gol di Lepore, 0-0 con l’Akragas, 1-1 a Messina e di nuovo Lepore nel tabellino dei marcatori, quindi 1-0 con la Paganese con golazo di De Feudis fino alla disfatta di sabato scorso a Benevento dove i ragazzi di Braglia hanno steccato di nuovo.

Tornano alla mente le parole pronunciate da Alberto Cavasin sui motivi dello scivolone dei salentini al “Vigorito”: «La differenza fra due squadre di grande valore l’hanno fatta le occasioni non sfruttate e gli errori individuali del Lecce». Chiaro il riferimento alle polveri bagnate messe ancora una volta in evidenza da Davis Curiale sui cui piedi sono capitate due ghiotte occasioni nel corso del primo tempo e poi un’altra nella ripresa. C’è da sperare in un clamoroso colpo di coda del bomber italo-tedesco fin qui protagonista di una stagione fallimentare: per l’ex centravanti di Frosinone e Trapani la miseria di 4 reti in 26 gare ufficiali. Anche Sasà Caturano ha deluso: giunto a gennaio alla corte di mister Braglia con l’etichetta di cannoniere infallibile dopo le 18 reti realizzate nella passata stagione, fino a questo momento è stato autore di appena 3 gol in 13 presenze. Per non parlare poi dei vari Abdou Doumbia e Ali Sowe.

Per fortuna c’è chi è riuscito a fare meglio di loro e parliamo di Davide Moscardelli e Juan Surraco. Entrambi hanno collezionato 29 presenze a testa in campionato: mentre il bomber romano ha realizzato 9 reti, il fantasista uruguaiano - che bomber non è mai stato - ha messo a segno 6 reti (record personale in carriera). E tutte decisive.

Ora c’è da sperare che gli attaccanti si diano una mossa altrimenti...


Data: 05/05/2016.   Fonte Notizia: Lino De Lorenzis, Nuovo Quotidiano di Puglia

www.info-salento.it                                         <<  torna indietro

 

 

Comuni della provincia di Lecce

 

 

Viaggi culturali in Puglia

Viaggi culturali in Puglia

 

 

Partners Commerciali

 

 

Shuttle/Navetta
nei comuni di ...

 

 

 

SALENTO
da scoprire ...

Monumenti del Salento