Assicurazioni
& Pratiche automobilistiche

Assicurazioni
& Pratiche Automobilistiche

 

 

Immobili in Affitto/Vendita


 

 

 

 

 

Strutture ricettive
e Ristoranti nel Salento

Hotels

 

Agriturismo/B&B

 

Ristoranti

 

 

Eventi
nel Salento

Feste

 

Sagre

 

Concerti

 

Mostre

 

Altri

 

 

Newsletter

Iscrizione

 

Cancellazione

 

 

Link utili

Link utili

 

 

Disclaimer

Disclaimer

 

 

Dalla rubrica: Cultura

L’OSCENO DEL VILLAGGIO DI PAOLO VINCENTI

Prima presentazione per il libro “L’osceno del villaggio”, ultima fatica letteraria di Paolo Vincenti, edito dalla giovane casa editrice Argo.Menti.
 

Clicca per ingrandirePrima presentazione per il libro “L’osceno del villaggio”, ultima fatica letteraria di Paolo Vincenti, edito dalla giovane casa editrice Argo.Menti. Si tratta di una miscellanea, cioè una raccolta di articoli, apparsi negli ultimi due anni a firma dell’autore su alcune testate on line e ora riuniti in un volume, impreziosito dalla copertina e dalle vignette di Melanton, noto disegnatore italiano. La penna dell’autore prende di mira le oscenità dell’oggi, i guasti e le storture del mondo della comunicazione e ancor di più della politica italiana. Lo fa con un tratto lieve, con brio e un velato cinismo, a volte condendo i pezzi con humor e arguzie creative.

“L’osceno del villaggio” sarà presentato sabato 14 maggio alle ore 19.00 nella splendida cornice di Palazzo Baldi a Galatina, con gli interventi di Rossano Marra, giornalista, direttore del periodico “Il Galatino”, di Antonio Errico, scrittore e critico letterario e di Antonio Mele “Melanton”, disegnatore e scrittore. Intermezzi musicali a cura dell’attore e musicista Michele Bovino. Porteranno i saluti gli organizzatori della serata, Rosanna Verter, responsabile dell’associazione culturale “Galatina letterata”, e Antonio Soleti, editore.

Perché questo titolo? Lo scemo del villaggio è una persona che gode di una certa notorietà nella piccola comunità a cui appartiene, perché singolare nei comportamenti, caratterizzato da una scarsa intelligenza e sciocco, che non ha filtri inibitori rispetto alle convenzioni sociali; la sua tipizzazione è legata soprattutto alle società arcaiche, dove tutti si conoscevano ed era facile etichettare le persone. Con un ardito e simpatico gioco linguistico, nella raccolta di articoli di Paolo Vincenti, lo scemo diventa l’Osceno del villaggio, titolo mutuato, come lo stesso autore racconta in un articolo, da un programma televisivo.

Che cosa è osceno per noi? Forse ciò che è brutto? Ciò che non si può dire o vedere? L’osceno ha a che fare con tabù, pudore, vergogna. Chi è, dunque, l’Osceno del villaggio? E di quale villaggio si parla? McLuhan ci ha consegnato, con una metafora fortunata e pregnante, la definizione di “villaggio globale”: a un certo punto, per via dei media e della facilità nel comunicare, il mondo è diventato improvvisamente piccolo, un villaggio appunto.

Il villaggio, dunque, è il mondo. Chi è, allora, l’Osceno del villaggio? Chi è questa voce che si leva dal coro per esprimere candidamente e argutamente il suo parere su aspetti della nostra quotidianità, ai quali siamo così assuefatti da non saperne più cogliere le dissonanze?


Data: 12/05/2016.   Fonte Notizia: Info-Salento

www.info-salento.it                                         <<  torna indietro

 

 

Comuni della provincia di Lecce

 

 

Viaggi culturali in Puglia

Viaggi culturali in Puglia

 

 

Partners Commerciali

 

 

Shuttle/Navetta
nei comuni di ...

 

 

 

SALENTO
da scoprire ...

Monumenti del Salento