Assicurazioni
& Pratiche automobilistiche

Assicurazioni
& Pratiche Automobilistiche

 

 

Immobili in Affitto/Vendita


 

 

 

 

 

Strutture ricettive
e Ristoranti nel Salento

Hotels

 

Agriturismo/B&B

 

Ristoranti

 

 

Eventi
nel Salento

Feste

 

Sagre

 

Concerti

 

Mostre

 

Altri

 

 

Newsletter

Iscrizione

 

Cancellazione

 

 

Link utili

Link utili

 

 

Disclaimer

Disclaimer

 

 

Dalla rubrica: Sport

LECCE, LA NOVITA' E' TORROMINO

Con la testa al Monopoli. Il Lecce è già concentrato sulla gara di domenica pomeriggio che segnerà l’inizio del ...
 

Clicca per ingrandireCon la testa al Monopoli. Il Lecce è già concentrato sulla gara di domenica pomeriggio che segnerà l’inizio del quinto campionato di Lega Pro consecutivo per la compagine giallorossa che punta al ritorno nel calcio che conta. Da qui la voglia di tutti, dirigenti, staff tecnico e calciatori, di cominciare con il piede giusto e, se possibile, con una vittoria.

Anche per questo, probabilmente, mister Padalino ha deciso negli ultimi giorni di proseguire il lavoro cominciato a metà luglio impedendo l’accesso a tifosi e addetti ai lavori (oggi pomeriggio test con la Berretti, sempre senza pubblico sugli spalti). Svolgere gli allenamenti a porte chiuse assicura al gruppo quella concentrazione necessaria per affrontare ogni tipo di ostacolo in un campionato complicato e pieno di insidie, la stessa concentrazione che probabilmente è mancata nelle ultime stagioni al Lecce. Basta riavvolgere il nastro e ricordare all’esordio in campionato della passata stagione: in un Via del Mare gremito come ai bei tempi della serie A e colorato di giallorosso, nessuno avrebbe mai pensato che la squadra allenata da Tonino Asta sarebbe incappata in una clamorosa sconfitta casalinga per mano di una neo promossa come la Fidelis Andria.

Mister Padalino ha fatto la gavetta prima di accomodarsi sulla panchina giallorossa e sa bene che in questa categoria il blasone conta relativamente e che per fare punti bisogna lottare ogni volta come fosse una finale di Champions League. I frutti del suo lavoro probabilmente si vedranno con il passare del tempo ma in questo momento gli va riconosciuto il merito di aver già dato una precisa identità alla formazione giallorossa. Nelle tre sfide di Coppa Italia contro Altovicentino, Ascoli e Genoa infatti il Lecce ha dato dimostrazione di essere ben organizzato e soprattutto di saper stare in campo. Si è visto anche un gioco piacevole benché la storia recente della Lega Pro e in particolare del girone C insegni che per raggiungere l’obiettivo finale serve soprattutto continuità di risultati, anche a costo di apparire esteticamente brutti.

E allora, proviamo a ipotizzare la prima formazione stagionale con cui il Lecce si presenterà in campo domenica pomeriggio a Monopoli. Quasi certamente ricalcherà a grandi linee quella presentata negli incontri di Tim Cup con una sola novità, vale a dire la presenza dall’inizio di Torromino. Dunque, in porta spazio all’ex granata Gomis il quale, pur non avendo dimostrato molta dimestichezza con i piedi, ha confermato però la sua grande affidabilità tra i pali; sulla linea difensiva Vitofrancesco e Ciancio agiranno sulle corsie laterali (con Contessa che morde il freno in attesa del suo turno), mentre i centrali saranno Cosenza e Giosa che tornano a giocare in coppia dopo la precedente esperienza con la Pro Vercelli; in mezzo al campo mister Padalino ha deciso ormai da tempo di affidare la cabina di regia allo stakanovista Arrigoni (nelle ultime due stagione nel Cosenza ha giocato tutte le gare ufficiali senza mai essere sostituito) con Lepore e Mancosu ai lati e sempre pronti ad inserirsi senza palla; infine, l’attacco dove Caturano sarà l’ariete e cercherà di sfruttare al meglio le giocate sugli esterni di Pacilli a destra e Torromino a sinistra. Per quest’ultimo sarà il debutto ufficiale dal fischio d’inizio dopo lo scampolo di partita con il Genoa in cui ha dimostrato la sua forza realizzando anche il gol del momentaneo vantaggio del Lecce.

Non sarà disponibile il giovane Maimone: l’ex centrocampista del Melfi ha un residuo di squalifica della passata stagione e potrà essere impiegato contro l’Akragas, alla seconda giornata. Out per squalifica pure il tecnico Padalino che potrà guidare la squadra dal campo probabilmente dalla sfida del 4 settembre contro i siciliani.


Data: 25/08/2016.   Fonte Notizia: Lino De Lorenzis, Nuovo Quotidiano di Puglia

www.info-salento.it                                         <<  torna indietro

 

 

Comuni della provincia di Lecce

 

 

Viaggi culturali in Puglia

Viaggi culturali in Puglia

 

 

Partners Commerciali

 

 

Shuttle/Navetta
nei comuni di ...

 

 

 

SALENTO
da scoprire ...

Monumenti del Salento