Assicurazioni
& Pratiche automobilistiche

Assicurazioni
& Pratiche Automobilistiche

 

 

Immobili in Affitto/Vendita


 

 

 

 

 

Strutture ricettive
e Ristoranti nel Salento

Hotels

 

Agriturismo/B&B

 

Ristoranti

 

 

Eventi
nel Salento

Feste

 

Sagre

 

Concerti

 

Mostre

 

Altri

 

 

Newsletter

Iscrizione

 

Cancellazione

 

 

Link utili

Link utili

 

 

Disclaimer

Disclaimer

 

 

Dalla rubrica: Sport

GIOSA: E' MERITO DI TUTTI SE SUBIAMO POCHI GOL

È ancora presto per definire al difesa del Lecce un bunker, ma la strada intrapresa è quella giusta tanto è vero che da tre giornate Bleve è imbattuto.
 

Clicca per ingrandireÈ ancora presto per definire al difesa del Lecce un bunker, ma la strada intrapresa è quella giusta tanto è vero che da tre giornate Bleve è imbattuto. Merito suo e dell’intera fase difensiva giallorossa. «Marco sta facendo bene - sottolinea uno dei difensori centrali giallorossi, l’ex comasco Antonio Giosa -, come aveva fatto Gomis in precedenza e come farà Chironi se dovesse essere chiamato in causa. Abbiamo la fortuna di avere tre portieri che, come dice il mister, sono tre potenziali titolari, per cui ce li teniamo stretti. Come in tutte le situazioni c'è sempre da lavorare e da migliorare, non eravamo preoccupati venti giorni fa, non dobbiamo cullarci oggi. Se siamo la migliore difesa non vuol dire che siamo i migliori interpreti del campionato. La fase difensiva di una squadra dipende da tutti».

Domenica scorsa a Siracusa il tecnico Padalino ha schierato contemporaneamente sulla linea difensiva tre centrali Drudi, Cosenza e Giosa, oltre al laterale sinistro Ciancio. «La linea a quattro è quella che abbiamo provato sin dal ritiro e continueremo così - sostiene Giosa -. Ci sono dei meccanismi che non possono che migliorare con il passare del tempo. Noi siamo una squadra che per caratteristiche prova sempre ad essere propositiva e offensiva, pertanto quando tanti giocatori si propongono in attacco è inevitabile che qualcosina in più venga concessa agli avversari. Però dal punto di vista numerico, a memoria, non ricordo in queste prime sei partite squadre a cui abbiamo concesso tante occasioni da rete. Non dimentichiamoci che la squadra è stata rivoluzionata, è composta da bravi ragazzi che hanno voglia di lavorare e di migliorare e poi c’è la predisposizione in ognuno di noi a mettersi al servizio del proprio compagno e questa è una rarità. A Siracusa abbiamo conquistato una bella vittoria, su un campo che fra qualche mese risulterà più difficile di quello che può sembrare oggi, secondo me il Siracusa è una squadra che non merita l’attuale posizione in classifica».

Il ritorno alla vittoria aveva proiettato il Lecce al primo posto, ma il successo del Foggia sul Taranto ha riconsegnato la leadership ai foggiani. «La classifica dice questo per ora - osserva -, ma teniamo d’occhio il Matera, la stessa Juve Stabia che merita rispetto. Noi non abbiamo ancora fatto nulla, lo spogliatoio è maturo sa bene come vanno affrontate certe situazioni. E poi, il nostro allenatore non ce lo permetterebbe». Domenica prossima contro la Reggina Giosa vedrà scorrere alcuni ricordi del suo passato con la maglia dei calabresi. «Ci penserò di più quando giocheremo a Reggio Calabria - conclude -. È una partita che va affrontata con grande attenzione, la Reggina è un’ottima squadra, propositiva e sta ottenendo buoni risultati. L'approccio sarà molto importante».


Data: 28/09/2016.   Fonte Notizia: Tonio De Giorgi, Nuovo Quotidiano di Puglia

www.info-salento.it                                         <<  torna indietro

 

 

Comuni della provincia di Lecce

 

 

Viaggi culturali in Puglia

Viaggi culturali in Puglia

 

 

Partners Commerciali

 

 

Shuttle/Navetta
nei comuni di ...

 

 

 

SALENTO
da scoprire ...

Monumenti del Salento