Assicurazioni
& Pratiche automobilistiche

Assicurazioni
& Pratiche Automobilistiche

 

 

Immobili in Affitto/Vendita


 

 

 

 

 

Strutture ricettive
e Ristoranti nel Salento

Hotels

 

Agriturismo/B&B

 

Ristoranti

 

 

Eventi
nel Salento

Feste

 

Sagre

 

Concerti

 

Mostre

 

Altri

 

 

Newsletter

Iscrizione

 

Cancellazione

 

 

Link utili

Link utili

 

 

Disclaimer

Disclaimer

 

 

Dalla rubrica: Sport

TSONEV, IL LECCE SCOPRE UN ALTRO TIRATORE SCELTO «QUEI GOL? SEMPRE FATTI»

Il suo ingaggio è stato fortemente voluto in estate dal direttore sportivo Mauro Meluso, che ha portato a termine la non facile operazione di mercato.
 

Clicca per ingrandireIl suo ingaggio è stato fortemente voluto in estate dal direttore sportivo Mauro Meluso, che ha portato a termine la non facile operazione di mercato. Lui, Radoslav Tsonev, ventunenne centrocampista, ha fatto intravedere buone doti negli scorci di gara nei quali è stato gettato nella mischia da Pasquale Padalino, sino a diventare uno degli eroi del ribaltone operato dal Lecce sul campo della Juve Stabia, domenica scorsa. Infatti, ha realizzato la rete del momentaneo 2-2 dei giallorossi, prima che Salvatore Caturano firmasse il gol del successo per 3-2. «Sono contento di avere fatto centro, per la prima volta da quando sono in Italia - dice il calciatore bulgaro tramite l’interprete - Ma sono soddisfatto soprattutto perché la squadra ha vinto una gara tanto importante, per di più in trasferta. Quando si segna cresce l’autostima, così come accade, a livello di collettivo, dopo una affermazione in rimonta come quella conquistata contro l’ex capolista solitaria».

Contro le «Vespe», al «Romeo Menti» di Castellammare di Stabia, Tsonev ha realizzato un gran gol, «pescando» l’incrocio. «Ci ho provato, cercando di essere preciso, ed è andata bene - sostiene - Simili conclusioni sono nelle mie corde. In Bulgaria, in prima squadra, ho sempre segnato cinque-sei reti a stagione e spero di ripetermi anche con il Lecce».

Visto l’eccellente impatto che ha avuto quando è stato gettato nella mischia contro la Juve Stabia, c’è chi auspica che in futuro abbia più spazio. «Le scelte competono all’allenatore - taglia corto il centrocampista giallorosso - Sono a disposizione e mi preparo sempre con il massimo scrupolo, dando il massimo».

Del campionato di Lega Pro apprezza il livello medio delle squadre. «Le avversarie, anche quelle di classifica medio-bassa, sono tutte solide - nota Tsonev - Inoltre, in Italia c’è grande organizzazione».

Circa il nome della compagine che approderà in B non si sbilancia, anche se poi lo fa quando gli si chiede quale sia la formazione più forte tra le attuali battistrada, indicando il Lecce, «Il torneo è ancora molto lungo ed è difficile prevedere cosa accadrà - sottolinea - Dobbiamo andare avanti per la nostra strada, migliorando match dopo match. Abbiamo valori importanti. Tutti i miei compagni di team sono di buona caratura e mi aiutano a crescere».

Prima di accettare la corte del Lecce, la scorsa estate, ha ascoltato il parere del connazionale Valeri Bojinov ex giallorosso. «Siamo amici - racconta Tsonev - Gli ho quindi chiesto notizie sull’ambiente e me ne ha parlato benissimo. Ogni tanto ci sentiamo per telefono».


Data: 23/11/2016.   Fonte Notizia: Antonio Calò, La Gazzetta del Mezzogiorno

www.info-salento.it                                         <<  torna indietro

 

 

Comuni della provincia di Lecce

 

 

Viaggi culturali in Puglia

Viaggi culturali in Puglia

 

 

Partners Commerciali

 

 

Shuttle/Navetta
nei comuni di ...

 

 

 

SALENTO
da scoprire ...

Monumenti del Salento