Assicurazioni
& Pratiche automobilistiche

Assicurazioni
& Pratiche Automobilistiche

 

 

Immobili in Affitto/Vendita


 

 

 

 

 

Strutture ricettive
e Ristoranti nel Salento

Hotels

 

Agriturismo/B&B

 

Ristoranti

 

 

Eventi
nel Salento

Feste

 

Sagre

 

Concerti

 

Mostre

 

Altri

 

 

Newsletter

Iscrizione

 

Cancellazione

 

 

Link utili

Link utili

 

 

Disclaimer

Disclaimer

 

 

Dalla rubrica: Sport

IL LECCE E LA FORZA DELLA PANCHINA LUNGA

Una “rosa” di titolari. È ciò che, ha detto il campo nelle ultime due partite in cui il Lecce ha portato a casa il massimo dei punti con un doppio exploit lontano dal Salento.
 

Clicca per ingrandireUna “rosa” di titolari. È ciò che, ha detto il campo nelle ultime due partite in cui il Lecce ha portato a casa il massimo dei punti con un doppio exploit lontano dal Salento. Prima lo strepitoso 3-2 in rimonta in casa della Juve Stabia, poi l’1-0 sul campo del Taranto. Nell’arco dei 180’ di gioco, il tecnico Pasquale Padalino ha attinto a piene mani dall’organico a sua disposizione facendo ruotare ben 18 elementi. Basta dire che nella formazione titolare scesa in campo allo “Iacovone” c’erano ben cinque novità rispetto a quella della settimana precedente a Castellammare di Stabia.

La forza della panchina - lunga e ben assortita - rappresenta indubbiamente un’arma da sfruttare nel corso della stagione. A cominciare dal mese di dicembre, prima della lunga sosta invernale, in cui il Lecce sarà chiamato ad affrontare sei impegni nell’arco di ventisette giorni. Si comincia sabato 3 dicembre con lo scontro diretto casalingo contro il Matera, poi martedì 6 dicembre test in trasferta sul campo del Messina, quindi di nuovo in casa sabato 13 dicembre contro la Paganese prima del derby di sabato 17 sul campo della Fidelis Andria. Infine, altre due gare belle toste che nel bel mezzo delle festività natalizie: giovedì 22 dicembre match casalingo contro il Monopoli, nella prima giornata del girone di ritorno, quindi giovedì 29 dicembre ultimo impegno del 2016 in casa dell’Akragas. Poi la sosta fino al 21 gennaio quando al Via del Mare arriverà il Melfi.

Il Lecce ha uomini e mezzi per difendere l’attuale primo posto solitario in classifica. Forse soltanto provvisorio in considerazione del recupero che attende Matera e Juve Stabia, domenica scorsa costrette a fermarsi sul finire del primo tempo a causa della nebbia. Sta di fatto comunque che la squadra di Padalino i suoi tre punti li ha già presi mentre la Juve Stabia dovrà provarci probabilmente a gennaio, quando verrà fissata la prosecuzione del match.

I giallorossi nel frattempo si godono la posizione di privilegio consapevoli del fatto che la strada da percorrere è ancora molto lunga e che probabilmente le ultime sei gare dell’anno serviranno per avere le idee più chiare in vista della riapertura del mercato. In quella sede il direttore sportivo Mauro Meluso dovrà intervenire per puntellare ulteriormente l’organico con almeno un paio di innesti mirati. A cominciare dal vice-Caturano che non può più essere Torromino, come del resto ha dimostrato la gara contro il Cosenza. Da analizzare con attenzione inoltre anche il parco portieri per capire se è necessario intervenire sul mercato per completare un reparto che fin qui ha mostrato molti pregi e, purtroppo, anche tanti difetti.


Data: 29/11/2016.   Fonte Notizia: Lino De Lorenzis, Nuovo Quotidiano di Puglia

www.info-salento.it                                         <<  torna indietro

 

 

Comuni della provincia di Lecce

 

 

Viaggi culturali in Puglia

Viaggi culturali in Puglia

 

 

Partners Commerciali

 

 

Shuttle/Navetta
nei comuni di ...

 

 

 

SALENTO
da scoprire ...

Monumenti del Salento