Assicurazioni
& Pratiche automobilistiche

Assicurazioni
& Pratiche Automobilistiche

 

 

Immobili in Affitto/Vendita


 

 

 

 

 

Strutture ricettive
e Ristoranti nel Salento

Hotels

 

Agriturismo/B&B

 

Ristoranti

 

 

Eventi
nel Salento

Feste

 

Sagre

 

Concerti

 

Mostre

 

Altri

 

 

Newsletter

Iscrizione

 

Cancellazione

 

 

Link utili

Link utili

 

 

Disclaimer

Disclaimer

 

 

Dalla rubrica: Sport

COSTA FERREIRA: LECCE, HO VOGLIA DI VINCERE

Nove anni dopo il difensore Vitorino Gabriel Antunes Pacheco ecco un altro portoghese in maglia giallorossa.
 

Clicca per ingrandireNove anni dopo il difensore Vitorino Gabriel Antunes Pacheco ecco un altro portoghese in maglia giallorossa. Si tratta di Pedro Miguel Costa Ferreira, 25 anni, centrocampista, proveniente dalla Virtus Entella.

Ha scelto il Lecce per rilanciarsi: ripartire dalla Lega Pro non è un problema se si gioca in una piazza come quella giallorossa. «Ho lasciato la serie B per venire a Lecce, ho preferito mettermi in gioco, sento di poter dare qualcosa in più a questa squadra. Conosco Padalino, l’ho affrontato da avversario, tre anni fa: a Messina il Foggia vinse 3-0: la sua squadra mi fece una grossa impressione, giocava un bel calcio», le sue prime parole nella conferenza stampa di presentazione al Via del Mare, ieri mattina.

«Sono più contento di lottare per la promozione che giocare per una salvezza tranquilla. Sono qui per un obiettivo importante, la scelta più facile era quella di restare alla Virtus Entella, quella più difficile di accettare la proposta del Lecce ed eccomi qui. Questo campionato è diverso da quello che conosciuto io: il livello era più basso mentre in questo girone ci sono delle squadre che possono fare tranquillamente la serie B. Parlo di Foggia e Matera che hanno giocatori importanti, pertanto sarà molto più difficile».

Il centrocampista lusitano approfondisce i motivi che lo hanno spinto a salutare la squadra ligure e la serie B. «In questi anni mi è mancato il calore della piazza - spiega -, io arrivavo da Messina, a Chiavari era un pò tutto più tranquillo. Un giocatore ha bisogno di sentirsi importante». Negli ultimi tempi, inoltre, un problema muscolare al quadricipite, ha limitato le presenze di Costa Ferreira nella squadra allenata da Roberto Breda. «Ho visto più i componenti dello staff sanitario che il tecnico - afferma -, l’infortunio risale allo scorso anno, ma a gennaio sono rientrato in squadra, i problemi sono ormai alle spalle, ora sto bene».

Costa Ferreira è una mezzala con caratteristiche offensive. «Sì, è così - conferma -, ma posso fare anche il trequartista. Qualche anno fa guardavo la crescita di Marchisio e ammiravo Iniesta, uno cerca sempre di imparare qualcosa da questi calciatori che interpretano il ruolo alla perfezione. E poi ho avuto la fortuna di giocare con Giorgio Corona, da cui ho imparato molto soprattutto sotto il profilo del carattere e della personalità, penso sia stato molto importante per la mia crescita. Le mie armi migliori? Sicuramente gli inserimenti e il tiro da fuori, calcio con il destro, sicuramente il mister mi sfrutterà al meglio».

Nel gruppo giallorosso ritrova Caturano e Torromino, suoi ex compagni di squadra. «Con Caturano ho giocato a Messina, siamo stati sei mesi insieme - conclude -. Con Torromino invece ci siamo sfiorati all’Entella: io arrivavo mentre lui se ne andava. Ora giocheremo insieme nel Lecce».


Data: 25/01/2017.   Fonte Notizia: Tonio De Giorgi, Nuovo Quotidiano di Puglia

www.info-salento.it                                         <<  torna indietro

 

 

Comuni della provincia di Lecce

 

 

Viaggi culturali in Puglia

Viaggi culturali in Puglia

 

 

Partners Commerciali

 

 

Shuttle/Navetta
nei comuni di ...

 

 

 

SALENTO
da scoprire ...

Monumenti del Salento