Assicurazioni
& Pratiche automobilistiche

Assicurazioni
& Pratiche Automobilistiche

 

 

Immobili in Affitto/Vendita


 

 

 

 

 

Strutture ricettive
e Ristoranti nel Salento

Hotels

 

Agriturismo/B&B

 

Ristoranti

 

 

Eventi
nel Salento

Feste

 

Sagre

 

Concerti

 

Mostre

 

Altri

 

 

Newsletter

Iscrizione

 

Cancellazione

 

 

Link utili

Link utili

 

 

Disclaimer

Disclaimer

 

 

Dalla rubrica: Sport

PERLA DI COSTA FERREIRA: IL LECCE E' TORNATO

C’è voluta una perla di Costa Ferreira, nei primi minuti del secondo tempo, per superare lo strepitoso Pisseri, un portiere destinato a compiere molto presto il salto di categoria.
 

Clicca per ingrandireC’è voluta una perla di Costa Ferreira, nei primi minuti del secondo tempo, per superare lo strepitoso Pisseri, un portiere destinato a compiere molto presto il salto di categoria. Dopo aver compiuto quattro parate decisive nel corso del primo tempo sui tentativi di Pacilli, Cosenza, Costa Ferreira e Tsonev, l’estremo difensore del Catania nulla ha potuto sul sinistro chirurgico del centrocampista portoghese che ha dato la vittoria - strameritata - al Lecce. I giallorossi da ieri sera sono di nuovo in vetta alla classifica del girone C con due punti di vantaggio sul Foggia, atteso questa sera dal posticipo televisivo sul campo del Monopoli. Prima del derbyssimo in programma domenica prossima allo stadio “Zaccheria”. Che dire, il campionato entra nella fase cruciale e d’ora non bisgnerà più commettere passi falsi.

E veniamo al racconto del match. Già al 4’ il Lecce si rende pericoloso in area etnea: su un traversone dalla sinistra la palla giunge sul palo più lontano dove è appostato Ciancio che controlla e calcia con forza verso la porta difesa da Pisseri abile nella respinta. Al 18’ si prova Pacilli con un sinistro che sfiora la traversa. Sul ribaltamento di fronte si vede per la prima volta il Catania dalle parti di Perucchini: il portiere rischia di capitolare sul pallonetto di Mazzarani. L’esperto centrocampista offensivo rossazzurro ci riprova al 24’ con un tiro da fuori area che però non impensierisce Perucchini. Gli risponde dopo un minuto Agostinone ma anche il tentativo dell’ex foggiano termina sul fondo. Dopo un tentativo di Caturano, anticipato al momento del tiro da Bergamelli, al 30' il difensore Cosenza, con un tiro da circa venticinque metri, costringe Pisseri a spedire in corner un pallone destinato all’incrocio dei pali. Sarebbe stato davvero un bellissimo gol. L’estremo difensore etneo si ripete al 44’ sul sinistro da fuori area di Costa Ferreira: nuova deviazione in calcio d’angolo. Non è tutto perché in pieno recupero il portiere del Catania compie un altro grande intervento sulla punizione calciata da Tsonev negando al bulgaro la gioia del gol. La palla finisce in calcio d’angolo ma il tempo è scaduto e l’arbitro Paolini manda tutti negli spogliatoi.

C’è tutto il tempo per vincere e la ripresa comincia con il Lecce riversato nella metà campo del Catania. Al 3’ però la formazione di Pulvirenti fa venire i bridivi al pubblico del Via del Mare con Pozzebon: il centravanti si invola da solo verso la porta difesa da Perucchini e al momento di entrare in area viene fermato dal recupero provvidenziale di Giosa. Un intervento che vale quanto un gol segnato. Scampato il pericolo il Lecce torna a presidiare la metà campo dei siciliani e al 6’ gli sforzi della squadra di Padalino vengono premiati dal gol del meritato vantaggio. Lo realizza Costa Ferreira con un sinistro da fuori area che fa la barba al palo e finisce nel sacco. E questa volta non può nulla l’ottimo Pisseri.

Sbloccato il risultato, la formazione salentina non rinuncia ad attaccare e al 18’ sfiora il raddoppio con Caturano che giunge in leggero ritardo sull’assist al bacio dello scatenato Pacilli, una vera spina nel fianco della difesa dei siciliani. A questo punto, Padalino richiama in panchina Doumbia per inserire Lepore che si piazza sulla sinistra del fronte offensivo. La musica in campo non cambia e al 22’ è di nuovo Costa Ferreira a far gridare al gol con un sinistro forte e preciso sul quale Pisseri compie l’ennesimo miracolo della giornata deviando il pallone in calcio d’angolo. Non è da meno Perucchini al 26’ quando si oppone con bravura al tentativo di Pozzebon.

Intorno alla mezz’ora i due tecnici mandano in campo forze fresche: nel Lecce Marconi rileva Caturano, nel Catania invece entrano Fornito, Scoppa e Tavares al posto di Di Grazia, Djordjevic e Buccio. Il Lecce controlla senza correre grandi rischi ma al 26’ Perucchini rischia la beffa: sulla punizione calciata da Mazzarani c’è la deviazione della barriera che spiazza il portiere, per fortuna però il pallone sfiora il palo e finisce sul fondo. La squadra di Padalino riprende a macinare gioco e al 38’ Marconi sfiora nuovamente il raddoppio con Marconi che calcia sul fondo una corta respinta di Pisseri sul tiro di Agostinone. Poi tanto nervosismo, qualche ammonizione fino al triplice fischio di Paolini che sancisce la vittoria del Lecce.



Data: 13/03/2017.   Fonte Notizia: Lino De Lorenzis, Nuovo Quotidiano di Puglia

www.info-salento.it                                         <<  torna indietro

 

 

Comuni della provincia di Lecce

 

 

Viaggi culturali in Puglia

Viaggi culturali in Puglia

 

 

Partners Commerciali

 

 

Shuttle/Navetta
nei comuni di ...

 

 

 

SALENTO
da scoprire ...

Monumenti del Salento