Assicurazioni
& Pratiche automobilistiche

Assicurazioni
& Pratiche Automobilistiche

 

 

Immobili in Affitto/Vendita


 

 

 

 

 

Strutture ricettive
e Ristoranti nel Salento

Hotels

 

Agriturismo/B&B

 

Ristoranti

 

 

Eventi
nel Salento

Feste

 

Sagre

 

Concerti

 

Mostre

 

Altri

 

 

Newsletter

Iscrizione

 

Cancellazione

 

 

Link utili

Link utili

 

 

Disclaimer

Disclaimer

 

 

Dalla rubrica: Turismo

TURISTI, PIU' PRESENZE E STAGIONE PIU' LUNGA «SI E' LAVORATO BENE»

Presentato il report dello Iat basato su circa 20mila questionari.
 

Clicca per ingrandireCresce vistosamente il numero di turisti che sceglie Nardò per le vacanze; si allunga la stagione turistica, ormai compresa tra aprile e ottobre; 4 visitatori stranieri su 10 sono francesi. Queste le indicazioni che emergono dal report autunnale dell’ufficio di Informazione e accoglienza turistica di piazza Salandra.

Il periodo considerato va dall'1 gennaio al 10 ottobre 2017 e la “platea” è quella delle 20.700 schede di ingresso che riguardano sia singoli che gruppi o famiglie (il numero effettivo di presenze, dunque, sarebbe più ampio di almeno un 30%) che hanno interpellato lo Iat richieste e informazioni. Cifre che, ovviamente, non hanno un valore assoluto ed esaustivo delle presenze turistiche in città, ma sono un indicatore delle tendenze e dello stato di salute del turismo neritino.

Il dato più significativo è l’aumento del 35% delle presenze complessive nel periodo considerato rispetto allo stesso periodo del 2016. Di queste, il 64% provenienti dall’Italia (soprattutto da Lombardia, Lazio, Emilia Romagna e Veneto), e il restante 36% dall’estero (Francia per il 40%, Germania per il 16% e Belgio per l’8%). Altro fatto rilevante è l’allungamento della stagione turistica da aprile a ottobre. In aprile-maggio e settembre-ottobre il numero delle presenze è stato tre volte superiore allo scorso anno, a giugno è rimasto invariato, mentre a luglio e agosto è addirittura raddoppiato.

In bassa e media stagione prevalgono i turisti stranieri e i gruppi organizzati italiani, in alta stagione c’è una leggera prevalenza di turisti italiani. Moltissimi arrivati con i voli, soprattutto low-cost, da Brindisi. Un dato sintomatico è che solo il 32% delle presenze turistiche alloggia in strutture ricettive della città, mentre il restante 68% ha una sistemazione a Lecce, Gallipoli, Porto Cesareo e dintorni.

Ai visitatori piace il centro storico, l’offerta culturale, la qualità delle soluzioni ricettive, l’eccellenza dei prodotti tipici e l’ottimo rapporto qualità/prezzo di locali, ristoranti e pizzerie. Moltissimi i riscontri positivi su Portoselvaggio, definito spesso “paradisiaco”, e sul servizio di mobilità offerto attraverso i minibus elettrici. Hanno suscitato gradimento l’offerta degli eventi culturali di luglio e agosto e la connessione wi-fi in piazza Salandra e altre zone. Di contro, critiche e suggerimenti sono emersi sul fronte dei trasporti (carenti soprattutto con Porto Cesareo, Gallipoli e con le località balneari della costa adriatica), delle piste e degli itinerari ciclabili, delle chiese chiuse in bassa stagione. «È stata l’estate più bella di sempre - commenta il sindaco Pippi Mellone -: una estate che ha dato a Nardò grande visibilità. Ci sono scelte piccole e grandi che abbiamo fatto, come quella sugli eventi, che indubbiamente hanno reso la nostra città più interessante e più adeguata alle esigenze del turista. C’è ancora molto lavoro da fare, ma siamo sulla strada giusta, fatta di qualità, professionalità, programmazione».




Data: 20/10/2017.   Fonte Notizia: Giuseppe Tarantino, Nuovo Quotidiano di Puglia

www.info-salento.it                                         <<  torna indietro

 

 

Comuni della provincia di Lecce

 

 

Viaggi culturali in Puglia

Viaggi culturali in Puglia

 

 

Partners Commerciali

 

 

Shuttle/Navetta
nei comuni di ...

 

 

 

SALENTO
da scoprire ...

Monumenti del Salento