Assicurazioni
& Pratiche automobilistiche

Assicurazioni
& Pratiche Automobilistiche

 

 

Immobili in Affitto/Vendita


 

 

 

 

 

Strutture ricettive
e Ristoranti nel Salento

Hotels

 

Agriturismo/B&B

 

Ristoranti

 

 

Eventi
nel Salento

Feste

 

Sagre

 

Concerti

 

Mostre

 

Altri

 

 

Newsletter

Iscrizione

 

Cancellazione

 

 

Link utili

Link utili

 

 

Disclaimer

Disclaimer

 

 

Dalla rubrica: Cronaca

UN SALENTINO A SEATTLE. AMAZON PREMIA L'IDEA

Da Galatone a Seattle grazie all’Innovation Award di Amazon, il concorso inaugurato da Amazon Operations in Italia in collaborazione con il Politecnico di Milano, che ha visto ...
 

Clicca per ingrandireDa Galatone a Seattle grazie all’Innovation Award di Amazon, il concorso inaugurato da Amazon Operations in Italia in collaborazione con il Politecnico di Milano, che ha visto la partecipazione degli studenti del primo anno del master in Ingegneria Industriale del professor Alessandro Perego. Davide Nisi, 23 anni di Galatone (figlio del sindaco Livio, ndr), è uno dei quattro studenti del Politecnico che ha vinto il primo premio dedicato all’innovazione bandito da una delle più grandi aziende di commercio elettronico statunitensi, con sede principale a Seattle nello stato di Washington.

Obiettivo del concorso, al quale hanno partecipato 200 studenti, è stato avvicinare gli universitari al mondo del lavoro, coinvolgendoli in una competizione giocata sull’innovazione in campo logistico. Il progetto che ha vinto il concorso è stato selezionato da una giuria composta da docenti del Politecnico e da manager dell’area Operations di Amazon. I quattro studenti vincitori sono stati invitati a visitare la casa madre di Amazon a Seattle e i centri distribuzione più avanzati in America durante un viaggio-premio di 5 giorni.

Il tema della sfida era immaginare possibili evoluzioni per i processi logistici di Amazon per migliorarne l’efficienza: logistica per l’eCommerce, dal sistema dei trasporti all’immagazzinamento delle merci al design della rete di distribuzione, con l’invito agli studenti a lasciare briglia sciolta a creatività e immaginazione. Un modo per condividere e costruire conoscenza guardando al futuro, in linea con la filosofia dell’azienda, e per avvicinare nuove generazioni e centri di ricerca alla realtà concreta dell’industria, un’integrazione complementare alla preparazione accademica. Tant’è che la partecipazione al concorso ha garantito agli studenti anche dei crediti. Un’opportunità accolta con entusiasmo dagli studenti, complice anche la posta in gioco: un viaggio di cinque giorni a Seattle, alla scoperta della sede centrale di Amazon negli Stati Uniti, messo in palio per il gruppo vincitore.

«Dopo l’iscrizione al concorso - ha spiegato Davide Nisi - ci hanno fatto visitare il Centro di distribuzione di Amazon di Castel San Giovanni, a Picenza, dove abbiamo cominciato a sviluppare quello che poi è diventato il nostro progetto per innovare i processi logistici dell’azienda. E’ stato entusiasmante».

Nel corso di otto mesi, 40 proposte sono state sottoposte a una giurìa composta sia da docenti del Politecnico, che hanno valutato ogni progetto dal punto di vista della metodologia, che da rappresentanti di Amazon, che hanno apprezzato applicabilità, originalità e grado di innovazione delle idee presentate. Tra soluzioni futuristiche per anticipare i desideri dei clienti, tracciare le consegne e ridurre i costi di immagazzinamento, tre gruppi di studenti sono stati selezionati per il gran finale che ha visto il team di Davide Nisi, Guillaume Hellin, Maxime Joly e Mohamed Saleh aggiudicarsi l’ambito primo premio.

«Abbiamo chiamato il nostro gruppo “Polimasters”, e abbiamo deciso di sfruttare la diversità culturale al suo interno per catturare il pensiero innovativo di diversi Paesi» ha raccontato Davide, prima di spiegare la loro idea vincente. «Abbiamo progettato un sistema automatizzato per facilitare il lavoro dei picker incaricati di recuperare i prodotti ordinati dai clienti nei centri di distribuzione. Basti pensare che i magazzinieri nel Centro Amazon di Piacenza, che non è ancora automatizzato, per muoversi tra gli scaffali devono percorrere decine di chilometri. Con il nostro sistema, invece, si ridurrebbe molto il loro carico di lavoro». Un’idea, quella sviluppata dal team “Polimasters” apprezzatissima dalla giuria tecnica, che ha permesso ai vincitori di visitare il campus Amazon di Seattle e di scoprire alcune delle tecnologie più avanzate sviluppate dall’azienda, così come le soluzioni più innovative applicate nei propri centri di distribuzione. Non solo. A Davide e ai suoi compagni Amazon ha offerto anche la possibilità di fare subito un colloquio di lavoro. «Tra sei mesi prenderò la laurea, poi probabilmente presenterò la mia candidatura - ha rivelato Davide. Per un laureato in ingegneria logistica l’ambizione più grande è poter arrivare un giorno a lavorare in un’azienda innovativa e che crede nei giovani».


Data: 13/02/2017.   Fonte Notizia: Maria Claudia Minerva, Nuovo Quotidiano di Puglia

 

 

Comuni della provincia di Lecce

 

 

Viaggi culturali in Puglia

Viaggi culturali in Puglia

 

 

Partners Commerciali

 

 

Shuttle/Navetta
nei comuni di ...

 

 

 

SALENTO
da scoprire ...

Monumenti del Salento