Assicurazioni
& Pratiche automobilistiche

Assicurazioni
& Pratiche Automobilistiche

 

 

Immobili in Affitto/Vendita


 

 

 

 

 

Strutture ricettive
e Ristoranti nel Salento

Hotels

 

Agriturismo/B&B

 

Ristoranti

 

 

Eventi
nel Salento

Feste

 

Sagre

 

Concerti

 

Mostre

 

Altri

 

 

Newsletter

Iscrizione

 

Cancellazione

 

 

Link utili

Link utili

 

 

Disclaimer

Disclaimer

 

 

Dalla rubrica: Sport

C'E' LECCE-ALESSANDRIA: E' UNA FINALE ANTICIPATA

È meglio prenderla con filosofia e pensare, come ripete spesso Massimiliano Allegri, che prima o poi bisogna affrontarle tutte.
 

Clicca per ingrandireÈ meglio prenderla con filosofia e pensare, come ripete spesso Massimiliano Allegri, che prima o poi bisogna affrontarle tutte. A maggior ragione poi se l’obiettivo è quello di conquistare la vittoria finale, in questo caso la promozione in serie B. E allora ben venga la sfida contro l'Alessandria nei quarti di finale dei play off di Lega Pro, un confronto che in tanti avevano pronosticato come possibile finale il 17 giugno a Firenze. Soltanto una delle due corazzate della vecchia serie C avrà la possibilità di misurarsi sul manto erboso dello stadio Artemio Franchi dove si giocheranno le semifinali (il 13 e il 14 giugno) e poi la finale (il 17).

Non solo il sorteggio, neanche il calendario appare favorevole alla squadra di Robertino Rizzo che giocherà il match di andata mercoledì 31 maggio allo stadio di Via del Mare, con inizio alle ore 20.30, mentre il ritorno è già fissato quattro giorni dopo - domenica 4 giugno - nello storico “Moccagatta” alle ore 18 per consentire la trasmissione in diretta su Rai sport.

Alquanto equilibrato il commento del direttore sportivo, Mauro Meluso, sull’esito del sorteggio. «Nei quarti andiamo ad incontrare una squadra che prima o poi avremmo incontrato. Anche se magari, con un regolamento più logico, Lecce e Alessandria si sarebbero potute affrontare più in là. La reputo comunque una sorte di pre-finale, visto che entrambe le squadre si sono classificate seconde nei rispettivi gironi. Alla fine cambia poco, veramente poco. Siamo pronti per queste sfide». Il diesse si sofferma sulla squadra di Pillon. «Il nostro prossimo avversario dispone di un organico di primissimo valore e ben figurerebbe nella categoria superiore, come noi del resto. Per questo l’ho definita una sorte di finale anticipata, bene inteso che, andando avanti, il cammino sarà non certo agevole. A mio modo di vedere Lecce e Alessandria sono tra le migliori formazioni delle 60 dell’intera Lega Pro. Loro hanno un potenziale offensivo di grandissima qualità, con giocatori che hanno fatto bene in categorie superiori, come Gonzalez. Noi non siamo da meno, sono molto fiducioso». Certo, il calendario... «In generale giocare il ritorno in casa è un vantaggio, però, vista la storia recente dell’Alessandria proprio questo fattore potrebbe avere una valenza negativa per loro. Conosco bene i giocatori avversari, in particolare Nicco, per averlo avuto al Frosinone».

Meluso poi ritorna sulla gara contro la Sambenedettese. «Mi ha fatto svegliare con grande fiducia per il futuro e questa fiducia non è stata minimamente intaccata dal sorteggio. Ho visto due cose che sono legate tra loro. Da un lato, la spinta eccezionale del Via del Mare: tutti i nostri tifosi erano molto partecipi come testimoniato dall’urlo di tutto lo stadio quando Ciancio ha accompagnato a fondo campo una palla che i giocatori della Sambenedettese cercavano di recuperare. Dall’altro, si è vista una squadra che ha sentito questa spinta, questa partecipazione e si è espressa secondo le sue potenzialità, su livelli eccellenti, grazie al lavoro di mister Rizzo e del suo staff e che ci fanno pensare positivo per il prosieguo di questi play off. Il risultato con la Samb ci sta stretto e non mi preoccupa il fatto di non essere riusciti a far gol, in precedenza ne avevamo segnati tanti».

Ma qual è il regolamento dei quarti di finale considerato che l'Alessandria ha ottenuto più punti del Lecce nella stagione regolare? Nessun vantaggio per i piemontesi: “i quarti saranno disputati in gare di andata e ritorno, agli esiti delle quali risulteranno vincitrici le squadre che avranno ottenuto il miglior punteggio. In caso di parità di punteggio, dopo la gara di ritorno, per determinare la squadra vincente si tiene conto della differenza reti; verificandosi ulteriore parità, saranno disputati due tempi supplementari di 15’ ciascuno e, perdurando tale situazione, saranno eseguiti i calci di rigore”.

E allora, a partire da oggi, tutti concentrati sull’Alessandria.


Data: 26/05/2017.   Fonte Notizia: Lino De Lorenzis, Nuovo Quotidiano di Puglia

 

 

Comuni della provincia di Lecce

 

 

Viaggi culturali in Puglia

Viaggi culturali in Puglia

 

 

Partners Commerciali

 

 

Shuttle/Navetta
nei comuni di ...

 

 

 

SALENTO
da scoprire ...

Monumenti del Salento