Assicurazioni
& Pratiche automobilistiche

Assicurazioni
& Pratiche Automobilistiche

 

 

Immobili in Affitto/Vendita


 

 

 

 

 

Strutture ricettive
e Ristoranti nel Salento

Hotels

 

Agriturismo/B&B

 

Ristoranti

 

 

Eventi
nel Salento

Feste

 

Sagre

 

Concerti

 

Mostre

 

Altri

 

 

Newsletter

Iscrizione

 

Cancellazione

 

 

Link utili

Link utili

 

 

Disclaimer

Disclaimer

 

 

Dalla rubrica: Cronaca

A CACCIA DI RELITTI SUI FONDALI

Comune e Università del Salento insieme per valorizzare i relitti storici che giacciono sui fondali del mare di Nardò.
 

Clicca per ingrandireComune e Università del Salento insieme per valorizzare i relitti storici che giacciono sui fondali del mare di Nardò.

Il Comune di Nardò e il Laboratorio di Monitoraggio dei Sistemi Costieri di Unisalento hanno effettuato una importante ricerca sui relitti storici - di varie epoche, dalle navi di epoca romana ai relitti di navi e aerei della Seconda guerra mondiale - affondati nelle acque neritine, eccezionali beni culturali e storici, capaci di attrarre visitatori di ogni tipo, studiosi e appassionati e di “narrare” le vicende e i trascorsi di uomini e mezzi ormai scomparsi.

I relitti, di fatto, giacciono oggi in fondo al mare, quasi irraggiungibili, esplorati solo da pochi subacquei muniti di specifici brevetti di specializzazione, in qualche eccezionale visita. Comune di Nardò e Laboratorio dell’Università, già firmatari di un protocollo d’intesa, hanno invece studiato un articolato intervento leso alla valorizzazione di tali relitti e ad una loro particolare “fruizione”, che parte dalla raccolta di dati, passa dalla realizzazione di alcuni prodotti digitali e si conclude con la costruzione di repliche in modellismo navale di alto valore artistico e storico. Un primo studio, della durata di sei mesi, è culminato nella realizzazione di un modello di un barcone da trasporto del diciannovesimo secolo e di una sezione di una nave del diciottesimo secolo. Entrambi, assieme a materiali informativi ed esplicativi, sono stati presentati alla Notte dei Ricercatori, tenutasi nei giorni scorsi a Lecce e hanno riscosso un grande successo di pubblico, attirando anche interesse e consensi sia da parte degli operatori del turismo culturale che di vari istituti scolastici.

«L’obiettivo - dice l’assessore all’Ambiente e ai Musei Mino Natalizio - è quello di continuare le ricerche avviate, perché è fondamentale approfondire gli aspetti storici e scientifici, ma anche diversificare ulteriormente l’offerta culturale della nostra città».

Per l’assessore alla Cultura, Ettore Tollemeto, «il successo alla Notte dei Ricercatori è la prova ulteriore di come le emergenze culturali del territorio stiano diventando anche un importantissimo elemento di fruizione e quindi di sviluppo».

Il responsabile del Laboratorio di Monitoraggio dei Sistemi Costieri di Unisalento, Giuseppe Piccioli Resta, punto moltissimo sulla collaborazione tra enti «che dialogano e costruiscono assieme sapere e cultura». «Questo progetto è un esempio virtuoso e ringrazio il sindaco di Nardò, Giuseppe Mellone. Dimostriamo come dei beni difficilmente fruibili diventino dei veri e propri attrattori culturali di prima grandezza, anzi di vera e propria eccellenza». G.Tar.




Data: 06/10/2017.   Fonte Notizia: Nuovo Quotidiano di Puglia

 

 

Comuni della provincia di Lecce

 

 

Viaggi culturali in Puglia

Viaggi culturali in Puglia

 

 

Partners Commerciali

 

 

Shuttle/Navetta
nei comuni di ...

 

 

 

SALENTO
da scoprire ...

Monumenti del Salento