Assicurazioni
& Pratiche automobilistiche

Assicurazioni
& Pratiche Automobilistiche

 

 

Immobili in Affitto/Vendita


 

 

 

 

 

Strutture ricettive
e Ristoranti nel Salento

Hotels

 

Agriturismo/B&B

 

Ristoranti

 

 

Eventi
nel Salento

Feste

 

Sagre

 

Concerti

 

Mostre

 

Altri

 

 

Newsletter

Iscrizione

 

Cancellazione

 

 

Link utili

Link utili

 

 

Disclaimer

Disclaimer

 

 

Dalla rubrica: Cronaca

AL "MAKER FAIRE" DI ROMA LA SFIDA DIGITALE DELLA PUGLIA

La rivoluzione digitale parla pugliese. Il “Maker Faire Rome - The European Edition 4.0”, il più grande evento europeo sull’innovazione e sull’impresa 4.0, è pronto ad ospitare ...
 

Clicca per ingrandireLa rivoluzione digitale parla pugliese. Il “Maker Faire Rome - The European Edition 4.0”, il più grande evento europeo sull’innovazione e sull’impresa 4.0, è pronto ad ospitare alcuni tra i migliori progetti della regione. Braccio robotico, skate elettrico o musica generata dalle piante, tutti protagonisti dall'1 al 3 dicembre presso la Fiera di Roma, sette padiglioni a disposizione per oltre 100mila metri quadri di estensione.

“Maker Faire”, manifestazione promossa dalla Camera di Commercio di Roma e organizzata dalla Azienda speciale Innova Camera, è giunta alla sua quinta edizione. Curatore è Massimo Banzi, co-founder di Arduino, indicato dal settimanale “The Economist” come uno dei fautori della “nuova rivoluzione industriale”. È la fiera dedicata alle famiglie, ai bambini e a tutti gli appassionati di innovazione, ma anche il format consolidato per le aziende e gli innovatori di professione che utilizzano la cultura digitale come mezzo per affrontare le nuove sfide dei mercati. I temi sono tanti, dall’internet delle cose alla manifattura digitale fino all’agricoltura 4.0, passando per il cibo del futuro alla sensoristica, mobilità smart, robotica, realtà virtuale e aumentata.

C’è tutto questo nei numerosi progetti pugliesi. A partire da Montessori 3D, progetto della società Boboto, amministratrice la leccese Iliana Morelli. Nasce con lo scopo di rendere la pedagogia montessoriana quanto più fruibile e inclusiva, riproducendo i materiali Montessori attraverso la stampa 3D e tutte le tecnologie che consentono di ridurne l’elevato costo.

Profuma di natura, invece, il progetto Plants Play, un dispositivo tascabile che permette di ascoltare la musica generata da piante ed alberi. Tramite due sensori posizionati sulle foglie, converte la variazione elettrica generata dalle piante in note musicali, che vengono inviate in tempo reale con bluetooth all’applicazione. Autore Edoardo Taori, Seclì (Lecce).

Un sogno per gli appassionati è lo skate elettrico Psykoboard, progettato per la mobilità urbana da Christian Gentile (Taranto). In fibra di carbonio, è costruito completamente a mano con il sistema Autoclave, lavorazione usata in aeronautica.

Sembra fantascienza la protesi mioelettrica della mano progettata dai giovani di Adam’s Hand (BionIT Labs -Lecce), rivolta a chi ha subito un’amputazione a seguito di un evento traumatico o a chi nasce senza arto a causa di patologie congenite. Basata su un meccanismo innovativo, patent pending, che consente di attivare tutte le dita con un solo motore, consente un risparmio in termini di costo, peso e dimensioni. Il gruppo di progettazione è composto da Giovanni Zappatore, Matteo Aventaggiato, Federico Gaetani e Dario Pianese.

Leccese - in particolare di Casarano - anche la HeretiX Technology che presenta i sistemi per la gestione degli scenari architettonici luminosi tramite computer o smartphone. Autore Luca Borgia.

Arriva dalla provincia di Brindisi, invece, il musA mouth ultimate sound Adapter, dispositivo personalizzabile che permette di suonare uno strumento musicale sintetizzato a chi non può utilizzare uno strumento reale a causa di limitate possibilità motorie. A presentarlo Francesco Lomascolo, Fasano.

Risponde alla Call for Schools il progetto dell’Ascensore didattico, indispensabile nei laboratori di automazione degli istituti tecnici, realizzato con parti di recupero dall’istituto Giorgi di Brindisi.

Guarda alla sezione bambini e ragazzi anche la Digital School di Tribù Digitale, per sviluppare competenze tecniche in robotica, coding, videogames, storytelling e design. Federica Longo, di Lecce, rappresenta l’associazione culturale "Tribù Digitale".

Numerosi progetti arrivano dal resto della Puglia. Da Bari, Waybration, sistema di supporto alla navigazione per atleti non vedenti che praticano Sup, windsurf o vela; Intellihearts, piattaforma di analisi e visualizzazione real-time di problemi cardiaci; P8 SmartWood, barca pieghevole ibrida a vela; Alumni Mathematica la scienza a portata di makers per attività in realtà virtuale e aumentata destinate a bambini e adulti; NuiLamp, interfaccia utente naturale per controllare una lampada; test di farmacogenetica della PersonGene per migliorare le terapie immunosoppressive per trapiantati; Nextome, sistema di navigazione per l’interno degli edifici; Robot4Children, per bambini affetti da disturbi dello spettro autistico. Un incisore laser 2D in grado di effettuare incisioni su diversi materiali tramite un raggio laser è opera dell’istituto “Agherbino” di Noci. Da Foggia arrivano Dronesbench e il suo strumento per la misura, l’analisi e la certificazione dei droni, dell’Ipsia Pacinotti; Holoteach, la piattaforma per portare la Mixed reality in sala operatoria e a sostegno del chirurgo, e il progetto Test your drone. Ad Andria è stato progettato Tin Tin Orto house, orto verticale che ospita vasi per la coltivazione di piante integrate ad uno spazio abitabile di ristoro.



Data: 20/11/2017.   Fonte Notizia: Maria Grazia Fasiello, Nuovo Quotidiano di Puglia

 

 

Comuni della provincia di Lecce

 

 

Viaggi culturali in Puglia

Viaggi culturali in Puglia

 

 

Partners Commerciali

 

 

Shuttle/Navetta
nei comuni di ...

 

 

 

SALENTO
da scoprire ...

Monumenti del Salento