Assicurazioni
& Pratiche automobilistiche

Assicurazioni
& Pratiche Automobilistiche

 

 

Immobili in Affitto/Vendita


 

 

 

 

 

Strutture ricettive
e Ristoranti nel Salento

Hotels

 

Agriturismo/B&B

 

Ristoranti

 

 

Eventi
nel Salento

Feste

 

Sagre

 

Concerti

 

Mostre

 

Altri

 

 

Newsletter

Iscrizione

 

Cancellazione

 

 

Link utili

Link utili

 

 

Disclaimer

Disclaimer

 

 

Dalla rubrica: Cronaca

TORRI COSTIERE VALORIZZATE E FRUIBILI CON LA TECNOLOGIA

Come tutelare, valorizzare e rendere fruibili - per ora solo in via digitale - le torri costiere del litorale jonico-salentino: è l’argomento della ...
 

Clicca per ingrandireCome tutelare, valorizzare e rendere fruibili - per ora solo in via digitale - le torri costiere del litorale jonico-salentino: è l’argomento della tavola rotonda che oggi alle 16.30 nella sala consiliare di Salve vedrà riuniti una serie di esperti che partecipano a “SToneS - South Towers on Salento”, progetto di ricerca che vede come ente capofila il Comune affiancato dagli studiosi del Cedad (Centro di datazione e diagnostica) del dipartimento di Matematica e Fisica dell'Università del Salento.

"Tecnologie e strumenti digitali per la fruizione e valorizzazione del patrimonio culturale" è il titolo dell’appuntamento che avrà un carattere scientifico ma allo stesso tempo anche divulgativo. I relatori spiegheranno i dettagli di uno studio diagnostico effettuato sulle torri attraverso l’uso di moderne tecnologie in grado di capire, tra le altre cose, lo stato di decomposizione del materiale che costituisce le stesse torri. Sarà anche illustrata una ricerca di natura giuridica sulla tutela di questo patrimonio costiero, con la quale si vuole costruire un impianto normativo per proteggere e dare una copertura a livello legale a questi beni culturali.

Le sentinelle del mare oggetto degli studi sono situate sui litorali dei Comuni di Salve con torre Pali, di Racale con torre Suda, Alliste con torre Sinfonò e Ugento con torre San Giovanni e torre Mozza. E a far parte del progetto sono, oltre alle amministrazioni comunali, anche le Unioni dei comuni “Unione Ionica Salentina” e “Terra di Leuca”, i gruppi di Azione Locale “Serre Salentine” e “Capo Santa Maria di Leuca”. Costo complessivo di circa 30mila euro di cui 20 finanziati dal Consorzio Universitario Interprovinciale Salentino (Cuis) e dai restanti dai partner.

«Sin da subito abbiamo accolto favorevolmente il ruolo di capofila - dice il sindaco di Salve, Vincenzo Passaseo - e abbiamo attivato tutte le sinergie necessarie con i comuni limitrofi, accomunati dalla presenza delle Torri sul proprio litorale costiero, per definire una strategia orientata verso politiche di azione tese a preservare la fruibilità di questi attrattori culturali e garantire la sostenibilità dei risultati di progetto. Lavoro pubblicamente ripagato dato il posizionamento in graduatoria del progetto, arrivato primo su trentaquattro presentati al Cuis e fatti valere sul bando 2015 emanato dallo stesso consorzio». «Il progetto SToneS rappresenta un esempio virtuoso di collaborazione tra l'Università del Salento e il territorio in un ambito, quello dello studio e della valorizzazione dei Beni Culturali con tecnologie innovative, in cui l’Università eccelle a livello internazionale», spiega il professor Gianluca Quarta. Obiettivo dichiarato è dunque la fruizione di natura turistica dei beni soprattutto al di fuori della stagione estiva. D.Nuz.



Data: 29/11/2017.   Fonte Notizia: Nuovo Quotidiano di Puglia

 

 

Comuni della provincia di Lecce

 

 

Viaggi culturali in Puglia

Viaggi culturali in Puglia

 

 

Partners Commerciali

 

 

Shuttle/Navetta
nei comuni di ...

 

 

 

SALENTO
da scoprire ...

Monumenti del Salento