Assicurazioni
& Pratiche automobilistiche

Assicurazioni
& Pratiche Automobilistiche

 

 

Immobili in Affitto/Vendita


 

 

 

 

 

Strutture ricettive
e Ristoranti nel Salento

Hotels

 

Agriturismo/B&B

 

Ristoranti

 

 

Eventi
nel Salento

Feste

 

Sagre

 

Concerti

 

Mostre

 

Altri

 

 

Newsletter

Iscrizione

 

Cancellazione

 

 

Link utili

Link utili

 

 

Disclaimer

Disclaimer

 

 

Dalla rubrica: Cronaca

AREA MARINA, SINDACI IN CORSA: «AMPLIAMENTO FINO A LEUCA»

Istituita l’area marina protetta di “Capo d’Otranto e delle grotte Romanelli e Zinzulusa” - con 400mila euro stanziati e la ...
 

Clicca per ingrandireIstituita l’area marina protetta di “Capo d’Otranto e delle grotte Romanelli e Zinzulusa” - con 400mila euro stanziati e la nascita prevista per il 2018 - i Comuni della fascia costiera da Castro a Leuca si mettono in fila per ottenere lo stesso riconoscimento. La primavera scorsa, infatti, molti sindaci aderirono alla proposta dell’allora sindaco Luciano Cariddi di avviare un progetto di allargamento della zona tutelata, anche perché l’ecosistema, composto da numerosissime grotte naturali e formazioni coralligene, è vasto e necessita di una regolamentazione nel suo complesso.

A chiedere l’estensione della zona protetta, in prima fila il comune di Andrano, con il sindaco Mario Accoto, favorevole fin da subito ad aderire a questo nuovo strumento normativo: «Faremo la nostra parte anche in questo caso. Proprio pochi giorni fa dal ministero è arrivata una richiesta di approfondimento con un questionario e credo che siamo sulla buona strada. Abbiamo avuto riunioni preparatorie con funzionari e consulenti di Ispra, incaricati dal ministero dell’Ambiente e la nostra adesione è incondizionata. Ora serve un confronto con i cittadini e gli operatori interessati. Tutelare le nostre peculiarità è importante, l’area potrà far risaltare le bellezze del mare, il sistema di grotte sottomarine e avviare un alto livello di protezione dell’habitat naturale con la suddivisione in diverse zone». Anche il sindaco di Tricase, Carlo Chiuri, abbraccia l’idea: «C’è grande attenzione da parte nostra all’ambiente e l’area marina è una cosa molto interessante. Di recente abbiamo anche ottenuto un finanziamento per l’ammodernamento e la riqualificazione delle strutture che sorgono nella area portuale cittadina. Pertanto ci saranno occasioni per le professionalità e uno sviluppo sotto il profilo turistico e di tutto ciò che è legato al mare. Ben venga se potrà creare vantaggi al territorio». Interessato all’area pure il comune di Gagliano del Capo: «Abbiamo avuto degli incontri con gli altri sindaci a Otranto e a Castrignano e con gli esperti di Ispra che ci hanno mostrato uno studio di fattibilità - dice il vicesindaco Piera Anna Petracca -. Siamo favorevoli all’istituzione con il coinvolgimento di cittadini ed enti del territorio».

Un plauso per la nascita dell’area marina protetta da Otranto a Castro viene da Nicola Panico, presidente del Parco naturale regionale Otranto-Leuca e bosco di Tricase: «Ottimo il lavoro delle istituzioni che si sono attivate per raggiungere questo ambizioso obiettivo. E' un percorso nato da oltre 10 anni che ha visto finalmente concludersi positivamente una vicenda che restituisce al territorio un contraltare perfetto, lato mare, del parco regionale costiero Otranto-Leuca. La tutela di questi specchi d’acqua consentirà di attivare una serie di misure che non possono che rappresentare per le comunità una grande opportunità di crescita. In primo luogo la possibilità di accrescere il patrimonio di biodiversità marina già presente e la possibilità di attivare iniziative e attività come l’escursionismo marino e il diving». Il presidente Panico spera che venga coinvolto anche il resto della fascia costiera fino a Leuca: «Unico neo della vicenda il fatto che l’area marina si estenderà da Otranto a Castro, di fatto tagliando fuori tutta una serie di comuni che hanno altrettanti patrimoni naturalistici marini da tutelare. Ci rendiamo conto che doveva concludersi un primo iter autorizzativo e che oggi l’istituzione dell’area Marina apre le porte al suo allargamento». Intanto a dicembre Panico parlerà dell’area marina nel corso dell’assemblea consortile, con tutti i sindaci e le istituzioni che hanno partecipato a questa iniziativa.



Data: 01/12/2017.   Fonte Notizia: Donato Nuzzaci, Nuovo Quotidianodi Puglia

 

 

Comuni della provincia di Lecce

 

 

Viaggi culturali in Puglia

Viaggi culturali in Puglia

 

 

Partners Commerciali

 

 

Shuttle/Navetta
nei comuni di ...

 

 

 

SALENTO
da scoprire ...

Monumenti del Salento