Assicurazioni
& Pratiche automobilistiche

Assicurazioni
& Pratiche Automobilistiche

 

 

Immobili in Affitto/Vendita


 

 

 

 

 

Strutture ricettive
e Ristoranti nel Salento

Hotels

 

Agriturismo/B&B

 

Ristoranti

 

 

Eventi
nel Salento

Feste

 

Sagre

 

Concerti

 

Mostre

 

Altri

 

 

Newsletter

Iscrizione

 

Cancellazione

 

 

Link utili

Link utili

 

 

Disclaimer

Disclaimer

 

 

Dalla rubrica: Cronaca

LE DETENUTE DI LECCE CI DANNO UN TAGLIO (E ANCHE UNA PIEGA)

Dieci donne parteciperanno ad un corso intensivo di formazione per coiffeur.
 

Clicca per ingrandireUn taglio per costruire un futuro diverso.

Ed è ciò che sta accadendo a dieci donne detenute nel carcere di Borgo San Nicola che, grazie a un progetto del Soroptimist club di Lecce, potranno seguire un corso professionalizzante per coiffeur e iniziare così a porre le basi per una nuova vita.

Il carcere di Borgo San Nicola, tra l’altro, è secondo solo a quello “modello” di Bollate: è Lecce, infatti, la seconda sede italiana scelta da Soroptimist per portare avanti l’iniziativa “SI Sostiene”, un programma di sostegno della formazione professionale e delle attività lavorative delle donne di categorie fragili, frutto di un apposito protocollo d’intesa firmato a livello nazionale con il ministero della Giustizia.

Il corso, che si chiama significativamente “Diamo colore al nostro futuro”, sarà tenuto in forma gratuita da Maria Antonietta Miglietta, managing director di “Beauty and Book Salon” e formatrice di livello internazionale, la quale fornirà anche i prodotti da utilizzare durante le lezioni, mentre la stanza del carcere da adibire a salone di bellezza sarà curata dal Soroptimist Lecce.

Le 10 aspiranti parrucchiere inizieranno a imparare il nuovo lavoro dopo le vacanze di Natale, con 10 incontri intensivi che si snoderanno per 2 mesi.

«L’idea successiva - spiega Maria Rosaria Buri Barsi, presidente del Soroptimist club di Lecce - è quella di organizzare una sfilata all’interno del carcere con le acconciature prodotte dalle detenute, ma ci fa ancora più piacere che lo sguardo della direttrice del carcere, Rita Russo, sia andato oltre: è stata lei a proporre di aprire un vero e proprio corner di bellezza attiguo a Borgo San Nicola, in cui le donne che lavorano e vivono nei dintorni possano accedere per curare i propri capelli e far lavorare le donne ospiti del carcere. Il nostro obiettivo - continua la presidente - è anche quello di comunicare all’esterno un’immagine diversa da quella penalizzante con cui sono additati i detenuti dall’esterno. Vogliamo inviare un messaggio che spezzi il pregiudizio, ma che permetta anche alle donne che devono ancora trascorrere molto tempo nella Casa circondariale di riappropriarsi della loro identità, curando sia il mondo interiore, che quello esteriore: per una donna è molto importante la cura del proprio aspetto fisico e imparare a farlo a livello professionale sugli altri le aiuta ad applicarlo anche su se stesse».


Data: 14/12/2017.   Fonte Notizia:

 

 

Comuni della provincia di Lecce

 

 

Viaggi culturali in Puglia

Viaggi culturali in Puglia

 

 

Partners Commerciali

 

 

Shuttle/Navetta
nei comuni di ...

 

 

 

SALENTO
da scoprire ...

Monumenti del Salento