Assicurazioni
& Pratiche automobilistiche

Assicurazioni
& Pratiche Automobilistiche

 

 

Immobili in Affitto/Vendita


 

 

 

 

 

Strutture ricettive
e Ristoranti nel Salento

Hotels

 

Agriturismo/B&B

 

Ristoranti

 

 

Eventi
nel Salento

Feste

 

Sagre

 

Concerti

 

Mostre

 

Altri

 

 

Newsletter

Iscrizione

 

Cancellazione

 

 

Link utili

Link utili

 

 

Disclaimer

Disclaimer

 

 

Dalla rubrica: Sport

IL LECCE FA FESTA CON CICCIO E SASA'

Missione compiuta. Il Lecce batte 2-0 il Monopoli e conquista il titolo di campione d’inverno nella ...
 

Clicca per ingrandireMissione compiuta. Il Lecce batte 2-0 il Monopoli e conquista il titolo di campione d’inverno nella domenica in cui il Catania mantiene il passo della capolista espugnando Rende mentre il Trapani cade in casa con il Cosenza. A metà del cammino dunque la squadra di Liverani guarda tutti dall’alto della vetta della classifica consapevole del fatto che le rivali continueranno a dare filo da torcere fino a maggio. Certo, per il Lecce vale regola che è sempre meglio essere inseguiti anziché inseguire.

Il primo tiro in porta del match lo effettua il Monopoli al 10’ ed è pure molto insidioso. L’ex tarantino Genchi riceve palla in area giallorossa e in girata di sinistro costringe Perucchini alla deviazione in calcio d’angolo. Sulla battuta del corner però è il Lecce a partire in contropiede con Di Piazza che si allunga il pallone e l’occasione sfuma. Stessa sorte al 17’ per l’incomata di Mancosu da distanza ravvicinata con il pallone che finisce incredibilmente alto. Va meglio poco dopo a Caturano che impegna Bifulco dalla lunga distanza.

Si gioca prevalentemente nella metà campo della formazione monopolitana che in fase di non possesso si schiera con una difesa a cinque e con quattro altri uomini a protezione. È difficile per i giallorossi trovare spazi liberi, di conseguenza bisogna affidarsi alle palle inattive. Proprio come succede al Lecce: al secondo tiro dalla bandierina, siamo al 24’, Costa Ferreira pennella un cross al bacio per Ciccio Cosenza che di testa insacca all’incrocio dei pali la rete del vantaggio leccese. Per il calabrese è il secondo centro stagionale dopo il sigillo di Catanzaro.

Sbloccato il risultato, la squadra di Liverani continua ad attaccare alla ricerca del raddoppio che fallisce però clamorosamente al 29’ con Armellino: il centrocampista spedisce sul fondo un pallone che aspettava solo di essere spinto alle spalle di Bifulco. Con il passare dei minuti fioccano le occasioni da rete per i calciatori del Lecce che però mettono in evidenza uno scarso cinismo e la cosa non piace affatto a mister Liverani che dalla panchina fa sentire la sua voce. Ma evidentemente non basta perché nel recupero Di Piazza si divora l’occasione del 2-0 allungandosi ancora una volta il pallone. Si ritorna negli spogliatoi con la convinzione di poter anzi, di dover fare meglio alla luce dei tanti errori tecnici commessi nella prima parte del match.

Ma la ripresa invece si apre con un brivido per Perucchini che al 1' rischia di capitolare sul tiro di Donnarumma, per fortuna Cosenza e Armellino riescono a porre rimedio. Il Lecce appare molle tant’è che il Monopoli ci riprova al 7’ ancora con Donnarumma il cui colpo di testa finisce tra le braccia di Perucchini. Finalmente i giallorossi si scuotono e al 9’ Caturano impegna Bifulco in una respinta con i pugni. È solo un episodio poiché è il Monopoli a gestire il match e al 10’ Sounas costringe Perucchini ad un altro intervento in tuffo. A questo punto, Liverani decide che è arrivato il momento di cambiare: fuori Ciancio e Armellino, dentro Di Matteo e Tsonev. Poco dopo si fa male Di Piazza e l’ex foggiano lascia il posto a Torromino che torna così a far coppia con Caturano. E proprio il centravanti di Scampia al 20’ chiama in causa nuovamente Bifulco che si rifugia in corner. Sul fronte opposto al 23’ lo scatenato Genchi si incunea in area leccese e Cosenza deve metterci ancora una volta un pezza per sventare il pericolo.

Il Lecce soffre e solo un altro gol, quello della sicurezza, può restituire la giusta serenità alla squadra di Liverani che appare un pò confusa. La conferma arriva al 31’ quando Tsonev dà vita ad un’azione spettacolare rifinita da Torromino per Caturano che solo davanti a Bifulco calcia incredibilmente sul fondo. Roba da non crederci. Il bomber giallorosso però si riscatta al 35’ schiacciando di testa in rete un cross dalla destra di Costa Ferreira. È il gol del 2-0 che dà finalmente un pò di tranquillità ai giallorossi che sfiorano ben due volte il terzo gol sempre con Torromino. Il Monopoli ci prova fino alla fine ma il Lecce non rischia più e porta a casa altri tre punti pesanti.


Data: 18/12/2017.   Fonte Notizia: Lino De Lorenzis, Nuovo Quotidiano di Puglia

 

 

Comuni della provincia di Lecce

 

 

Viaggi culturali in Puglia

Viaggi culturali in Puglia

 

 

Partners Commerciali

 

 

Shuttle/Navetta
nei comuni di ...

 

 

 

SALENTO
da scoprire ...

Monumenti del Salento