Assicurazioni
& Pratiche automobilistiche

Assicurazioni
& Pratiche Automobilistiche

 

 

Immobili in Affitto/Vendita


 

 

 

 

 

Strutture ricettive
e Ristoranti nel Salento

Hotels

 

Agriturismo/B&B

 

Ristoranti

 

 

Eventi
nel Salento

Feste

 

Sagre

 

Concerti

 

Mostre

 

Altri

 

 

Newsletter

Iscrizione

 

Cancellazione

 

 

Link utili

Link utili

 

 

Disclaimer

Disclaimer

 

 

Dalla rubrica: Sport

TABANELLI, GATTUSO, IL SANTUARIO E LIVERANI: "IN GIALLOROSSO VOGLIO RIVEDERE LA SERIE A"

Questo Tabanelli comincia a piacere. Il calciatore che lo scorso gennaio arrivò dal Padova sta pian piano diradando ...
 

Clicca per ingrandireQuesto Tabanelli comincia a piacere. Il calciatore che lo scorso gennaio arrivò dal Padova sta pian piano diradando le nubi cariche di scetticismo che sin sono adensate sulla sua testa sin dal suo arrivo. Colpa di uno stato di forma mediocre.

“Io spero che il vero Tabanelli sia quello che state vedendo ora, l’anno scorso purtroppo ebbi un infortunio – racconta -, uno strappo muscolare di terzo grado che mi ha fermato tre mesi e mezzo, rientrai a dicembre piano piano, a gennaio arrivò l’offerta irrifiutabile del Lecce e quando pensavo di essermi messo a posto, verso fine gennaio durante la prima partita ebbi uno stiramento, quindi una nuova ricaduta e lo stop di un altro mese, la condizione fisica era abbastanza precaria”. Sicuramente avrà avvertito lo scarso gradimento di una parte della tifoseria giallorossa e in lui sarà scattato qualcosa per far cambiare idea a chi lo criticava. “Ho lavorato duranmte il periodo di vacanza e sono riuscito a presentarmi in ritiro in buona condizione – continua -, ho dato continuità negli allenamenti raggiungendo una condizione fisica accettabile”.

I problemi per Tabanelli cominciarono quando era un promettente calciatore del Cesena dove è cresciuto calcisticamente. Un infortunio al piede lo costrinse ad un lungo stop.

“Sicuramente non è colpa di nessuno – prosegue -, dopo aver mangiato un po’ di cioccolato (conta qualche presenza in A con Cagliari e Cesena, ndc) sono tornato ad assaggiare un po’ di amaro, purtroppo è durato troppo, ci sono state ricadute che non dovevano esserci e per molto tempo mi sono portato dietro gli strascichi dell’infortunio al piede: ho cambiato non so quanti plantari, poi ho avuto problemi fisici, quindi sono stati due anni e mezzo quasi tre brutti a livello calcistico; ora non ci voglio più pensare e spero di tornare in A con il Lecce perché qui mi trovo bene, ci sono le condizioni giuste per fare calcio ad alti livelli”. Se Gattuso, a Pisa, voleva portarlo in un santuario, Liverani a Lecce vuole aiutarlo ad esprimere il suo reale valore. “I complimenti del mister non mi possono che fare piacere – sostiene -, la forza di un giocatore consiste pure nel capire la propria forza e i propri limiti. Ormai ho 28 anni e un po’ di esperienza l’ho fatta. Con il mister stiamo cercando di capire le cose che mi mancano per fare l’ultimo salto di qualità. Il ruolo in cui ho giocato più spesso e che preferisco è quello di mezzala”.

La scorsa estate le voci di mercato sembrava avessero spento le speranze di conferma di Tabanelli in giallorosso. Invece alla fine è rimasto alla corte di Liverani. “Anche se fossero arrivate offerte la mia volontà era quella di rimanere a Lecce – precisa -, l’idea di andare via non era proprio nell’anticamera del cervello per diversi motivi: perché non ero riuscito a dimostrare il mio valore e non volevo lasciare un brutto ricordo; e poi sto bene qui, anche la mia fidanzata si è innamorata della città e sta spingendo per farmi comprare un appartamento al mare” Dopo la sosta il calendario metterà il Lecce di fronte ad avversari temibili, non meno di quelli già affrontati. Ci saranno Palermo, Foggia, Crotone e Pescara.

“Pensiamo una partita per volta – afferma -, quindi la più difficile sarà la prossima, il Palermo è attrezato per tornare nella massima serie e se riusciremo a fare punti avremo lo slancio anche per affrontare le altre. Il Palermo ha un grandissimo attacco, ma non solo. Sono bravi a ribaltare subito le azioni, vedremo come fermarli. Il nostro obiettivo è la salvezza prima possibile, dopo vedremo se sarà possibile conquistare altri traguardi”.


Data: 11/10/2018.   Fonte Notizia: La Gazzetta del Mezzogiorno

 

 

Comuni della provincia di Lecce

 

 

Viaggi culturali in Puglia

Viaggi culturali in Puglia

 

 

Partners Commerciali

 

 

Shuttle/Navetta
nei comuni di ...

 

 

 

SALENTO
da scoprire ...

Monumenti del Salento